Bagno Ripoli (FI): il Cimitero monumentale dell’Antella si trasforma in palcoscenico

Il Cimitero monumentale dell’Antella diventa un suggestivo palcoscenico teatrale per quattro serate, dal 16, al 19 luglio.
La Compagnia delle Seggiole, con il contributo della Misericordia di Antella e del Cral già Banca Toscana, presenterà in prima assoluta “Sepolte Memorie”, una rappresentazione che racconta il dramma di una famiglia alla fine dell’Ottocento segnata da un terribile segreto che avrà conseguenze sulle successive tre generazioni.
Attraverso il racconto, il pubblico seguirà la vita dei discendenti e la loro percezione del lutto evolutasi nel corso del tempo, accompagnati dal Genius Loci del cimitero, uno spirito guida legato indissolubilmente a questo luogo.… ... Leggi il resto

Emilia Romagna: Regione finanzia con 137 mila euro 23 progetti di promozione, restauro e conservazione di cimiteri

Sono nove i nuovi cimiteri monumentali e storici riconosciuti dalla Regione Emilia-Romagna che si aggiungono ai 22 già individuati nella prima campagna di riconoscimento del 2023. E 23 le richieste di contributo approvate e finanziate per attività di promozione culturale del 2024, per un finanziamento complessivo di 137.180 euro.

La Giunta regionale ha concluso l’iter avviato con il bando destinato a riconoscere nuovi “Cimiteri monumentali e storici dell’Emilia-Romagna” e a concedere, ai soggetti riconosciuti, contributi a sostegno di attività di promozione culturale realizzate nel corso del 2024.… ... Leggi il resto

Composizione salma e parti anatomiche riconoscibili: le criticità di un ricongiungimento ex post

Tempo addietro, quasi all’alba di questa esperienza editoriale di Funerali.org, sottoponemmo a diversi gestori dei cimiteri italiani un quesito sulla sepoltura in cimitero di parti anatomiche riconoscibili (arti o parti di essi) alla luce della nuova disciplina sui rifiuti sanitari.
La materia, per quell’epoca, era ancora abbastanza nebulosa perchè sull’allora recente D.P.R. n. 254/2003 non si era ancora formata una solida prassi ed anche la giurisprudenza non aveva avuto occasione di pronunciarsi autorevolmente sui problemi che si nascondono nelle pieghe del regolamento stesso.… ... Leggi il resto

Recanati: il Comune condannato a risarcire la società Servizi Cimiteriali

Con recente sentenza della corte di Appello di Ancona il Comune di Recanati è stato condannato al pagamento di 15.015 euro – più interessi e spese legali pari a circa 6 mila euro – alla cooperativa Servizi Cimiteriali, oggi in liquidazione.
Il contenzioso era stato originato da un mancato pagamento dei servizi effettuati dalla ditta, vincitrice dell’appalto dei servizi cimiteriali dell’Amministrazione nel 2014.
Nello specifico, l’Amministrazione aveva contestato alla società di aver effettuato un numero complessivo di operazioni cimiteriali annuali inferiore a quello indicato nel contratto di appalto, riducendone in rapporto il compenso.… ... Leggi il resto

La differenza tra esseri animati ed inanimati sta nella comunicazione

In epoca (specie nella fasi di maggiore accentuazione) di CoVid-19, causato dal virus SARS-2, moltissimi hanno parlato, appunto, di virus, non tenendo conto di come questi fossero considerati una sorta di soglia a cavallo tra gli esseri viventi e quelli non viventi.
Senza entrare su questi aspetti, limitiamoci a considerare i minerali, le pietre materiali tanto presenti nei cimiteri.
Inoltre, tra gli esseri viventi abbastanza recentemente vi sono studi, con registrazioni anche sonore, da cui risulta che anche le piante hanno comunicazioni sonore, mentre nel mondo animale queste sono talmente note da non richiedere più di tanto indagini scientifiche, anche se per molti animali possa rimanere indecifrato il significato dei suoni emessi.… ... Leggi il resto

Treviso: Contarina estende il servizio cimiteriale ai comuni di Pevegliano e Possagno

Sono ormai 23 i comuni del trevigiano che hanno affidato la gestione dei servizi cimiteriali a Contarina, che oggi si occupa di 65 cimiteri presenti nel territorio servito.
Gli ultimi, in ordine di adesione, sono Povegliano e Possagno che, nell’ambito della specifica convenzione sottoscritta con il Consiglio di Bacino Priula, hanno affidato i servizi cimiteriali a Contarina.
L’azienda di proprietà dei Comuni gestisce tutti gli aspetti del servizio, curando la manutenzione delle strutture presenti nei Comuni aderenti, la relazione con gli utenti e gli aspetti amministrativi.… ... Leggi il resto

Quello che le donne dicono. Rassegna fotografica di Claudia Torello allo Staglieno

Fino al 31 luglio sarà possibile visitare, presso la Sala Mostre del Cimitero di Staglieno (entrata a Ponente – lato fioristi), l’installazione di foto di Claudia Torello “Quello che le donne dicono. I sentimenti (immutati e immutabili) delle donne nelle statue di Staglieno”.
L’esposizione racconta in immagini i sentimenti e le emozioni delle grandi donne sepolte nel cimitero genovese: da Caterina Campodonico, a Giannina Gaslini, a Stefanina Moro, a Fernanda Pivano e Elvira Turbiglio.
... Leggi il resto

San Cataldo (CL): il PD cittadino lamenta le difficoltà incontrate nella programmazione dei lavori al cimitero comunale

Il Partito Democratico di San Cataldo ha protocollato un’interrogazione consiliare per chiedere al Sindaco e alla Giunta immediati chiarimenti sulla questione dei lavori al cimitero cittadino, ricordando che, oltre venti anni fa, al Comune di San Cataldo veniva affidata la costruzione e la gestione dell’ampliamento del Cimitero Comunale per un periodo di 15 anni. Ma i lavori non furono mai completati e per gli stessi vi è ancora una causa in corso.
Successivamente, l’allora Commissione Straordinaria indisse una procedura per la progettazione, realizzazione e gestione di un tempio crematorio e del completamento del cimitero di San Cataldo, mediante finanza di progetto, andata deserta.… ... Leggi il resto

Ceneri dall’Estero, ma senza titolo di viaggio

Funerali.org presenta in home page uno spazio di discussione pubblico, aperto a tutti.
Tra i quesiti che pervengono ve ne sono alcuni che, per il loro generale valore didattico, si prestano ad una trattazione erga omnes, una volta eliminati riferimenti troppo espliciti a stati, fatti e situazioni personali ed irripetibili.
Ora, accade che, soprattutto Oltre Oceano, vi siano compagnie di trasporto altamente specializzate nel trasferimento e recapito urne cinerarie in tutto il mondo, con un solo problema di fondo: non conoscono, per forza di cose, la minuziosità  della Legge Italiana riguardo ai trasporti mortuari transfrontalieri.… ... Leggi il resto

Il punto non sta nel diritto a disporre, quanto nell’osservanza degli obblighi

Pare interessante segnalare la pronuncia del Consiglio di Stato, Sez. V, 3 gennaio 2004, n. 110 (reperibile per gli Abbonati PREMIUM nella Sezione SENTENZE, ove è altresì reperibile l’antecedente pronuncia del T.A.R. ) relativa ad una controversia concernente un’edicola funeraria, sorta nel 1920, e divenuta (ma leggendola si noterà come siano mancati alcuni “passaggi”) di eredi, uno dei quali ha alienato il manufatto sepolcrale.
Gli elementi d’interesse attengono più aspetti. Già il T.A.R. ebbe a dare conto come la normativa nazionale prevalesse sulle norme regolamentari comunali, nella fattispecie per effetto del D.P.R.… ... Leggi il resto

Quando la responsabilizzazione non ha responsabilizzato

Si vuole, qui, apportare qualche luce su di un tema poco considerato, cioè sui rapporti tra fabbisogno cimiteriale e piano regolatore cimiteriale, poco considerato per il fatto che se ne sono perdute, attraverso i diversi mutamenti normativi, le motivazioni, le origini.
L’art. 58 D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285 e s.m., attuando l’art. 337 T.U.LL.SS., R. D. 27 luglio 1934, n. 1265 e s.m., individua i criteri per il dimensionamento della superficie necessaria da assicurare per i campi ad inumazione, sulla base della “domanda” di inumazioni nell’ultimo decennio, ma tenendo presente anche la componente di “domanda” derivante dalle estumulazioni (art.… ... Leggi il resto

Servizio su autofunebri restaurate sulla rivista Auto d’epoca

La rivista ”Auto d’Epoca”, nella rubrica ”Primo Piano’ propone periodicamente storie, passioni, spesso uniche, originali di appassionati per veicoli d’epoca da utilizzare tutti i giorni o in certe occasioni…per raduni o eventi dedicati, come mezzi speciali, militari, di soccorso.
Nel numero di maggio 2024 la rivista ha esposto una storia di restauro di carri funebri, curato dal fiorentino Beppe Vetrano (vedi anche il sito www.gonews.it/2023/01/28/auto-funebri-epoca-peppe-vetrano/).
Inizialmente il Vetrano si occupò, come si racconta nel servizio, di una Fiat 125 del 1969 carrozzata ”Forlano”, in livrea nera e con tutti gli accessori per funerale.… ... Leggi il resto

Firenze: lodevole iniziativa dell’AIDAA per gli animali orfani a seguito decesso del proprietario

L’Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente (AIDAA) ha lanciato una lodevole iniziativa volta a trovare una nuova famiglia per quegli animali rimasti orfani a seguito del decesso del proprietario, coinvolgendo le agenzie funebri.
Il Presidente dell’AIDAA ha sottolineato come ogni anno più di 2000 animali finiscano nei canili per questo motivo.
Il progetto partirà a novembre coinvolgendo sia le agenzie funebri, che si occuperanno delle spese dell’animale nel periodo di stallo, sia le future famiglie affidatarie.… ... Leggi il resto

Dogliani (CN): le visite al cimitero monumentale

A lato della pubblicazione del volume, presentato presso gli spazi del Rondò dei Talenti per promuovere i beni restaurati grazie al Bando Patrimonio Culturale di Fondazione CRC, verranno illustrati anche alcuni tra i progetti e le esperienze raccontate al suo interno.
Nelle giornate di Sabato 29 giugno alle ore 16.00 e Domenica 30 giugno alle ore 10.00 verranno così organizzate due visite guidate al cimitero monumentale con il seguente programma:
Ritrovo presso il Cimitero Monumentale
Al termine della visita è prevista la possibilità di vivere un’esperienza immersiva in allestimento presso il Ritiro Sacra Famiglia e di visitare la mostra fotografica di Maurizio Beucci “Impossible Langhe” presso la Chiesetta del Ritiro.… ... Leggi il resto

Ripartono a settembre i nuovi corsi online Euroact Web sul settore funerario: APERTE LE ISCRIZIONI!

È disponibile su www.funerali.org il programma autunnale dei nuovi corsi online di Euroact Web a Settembre/ Ottobre/Novembre 2024.
Accanto ai corsi storici che ci vengono continuamente richiesti, ne troverai di nuovi:

24/09/2024 (martedì) La gestione di front e back office per gli addetti ai servizi cimiteriali – vedi programma
01/10/2024 (martedì) La gestione dei rifiuti da cimiteri e crematori tra norma e operatività – vedi programma
08/10/2024 (martedì) I reagenti chimici impiegati nel processo di cremazione: perché e come utilizzarli in maniera corretta – vedi programma
15/10/2024 (martedì) Evoluzione dei servizi funebri: la casa funeraria e le sale del commiato – vedi programma
17/10/2024 (giovedì) Cerimonie e consuetudini delle religioni acattoliche: aspetti pratici e gestionali – vedi programma
12/11/2024 (martedì) Il question time funerario: la risposta puntuale a necessità e incertezze operative dell’operatore funebre e cimiteriale – vedi programma
14/11/2024 (giovedì) La sicurezza e l’igiene ambientale nei crematori: i rischi per gli operatori e le misure di prevenzione e protezione – vedi programma
21/11/2024 (giovedì) Obitorio, Deposito Osservazione Salme e Camera Mortuaria: gestione operativa e documentale – vedi programma

Per vedere la rosa completa dei corsi offerti dalla nostra Scuola di formazione, visita la Sezione Corsi di funerali.org… ... Leggi il resto

Liguria: approvato il piano regionale per i forni crematori, senza ampliamenti né nuove strutture

La Giunta regionale della Liguria ha approvato il Piano regionale di Coordinamento per la realizzazione dei forni crematori, proposto dall’assessore alla Sanità, Angelo Gratarola.
Il Piano si propone l’obiettivo di offrire alla popolazione un servizio efficiente, omogeneo e diffuso degli impianti di cremazione, a tutela della salute e dell’ambiente, stabilendo per gli stessi linee di indirizzo sulla valutazione degli aspetti sanitari sul territorio, oltre ai requisiti impiantistici, alle prestazioni di emissione e alle indicazioni gestionali.
Lo stesso assessore ha spiegato che il piano, in base all’analisi statistico-demografica effettuata, non prevede allo stato attuale la necessità di realizzazione di nuovi impianti crematori o ampliamenti di quelli esistenti.… ... Leggi il resto