Pesaro: sistemazione provvisoria dei defunti in loculi temporanei

Al cimitero centrale di Pesaro, l’aumento dei decessi causa Covid, ha raddoppiato – nell’ultimo anno – il numero dei defunti destinati a tumulazione, terminando la disponibilità di nuovi loculi in assegnazione. In attesa dell’ultimazione di una nuova struttura, si è pertanto provveduto ad una sistemazione provvisoria dei feretri in loculi temporanei che prevedono, un costo fisso di occupazione provvisoria pari a 0,33 centesimi al giorno, oltre ad un importo di 293,23 euro per l’operazione di

Camogli (GE): scivola in mare un pezzo del cimitero. 200 le bare interessate.

Una porzione del cimitero di Camogli (Genova) è franata in mare. Sono circa duecento le bare trascinate via dalla una frana e finite in mare e sugli scogli. Lo smottamento ha distrutto e fatto scivolare in acqua anche due cappelle con le salme contenute all’interno. Il crollo sarebbe stato provocato dall’erosione della falesia sotto all’area cimiteriale, aggravata con ogni probabilità dalle violente mareggiate che hanno colpito la Liguria negli ultimi anni. Tino Revello, assessore ai

Perugia: messe in atto misure per affrontare l’eccesso di mortalità dovuto al COVID

Dato l’alto numeri di defunti in attesa della cremazione dovuto all’incremento di mortalità connesso al COVID-19, il Comune di Perugia – sulla base della circolare del Ministero della salute 818/2021 – ha provveduto ad allestire dei depositi temporanei d’emergenza allestendo container per ospitare bare. L’ordinanza del Sindaco prevede infatti: “l’allestimento del deposito temporaneo per i feretri in attesa di cremazione attraverso il posizionamento di appositi container o mezzi mobili refrigerati, nell’area aperta adiacente la sala

Anche i parcheggi del cimitero acquistano visibilità…

Un gruppo di giovani ha inserito in Google il parcheggio del cimitero cittadino di Abbadia Lariana (LC), spacciandolo per un locale notturno denominato “Cimi” e postando una serie di recensioni positive a cinque stelle. Peccato che tutti i commenti entusiasti ivi inseriti dai goliardi si riferissero alle panchine collocate nel parcheggio del cimitero, usuale luogo di ritrovo degli adolescenti del luogo: «Locale divertente e accogliente, consiglio per una serata in compagnia». «Aperitivi top, serate a

Poggioreale (NA): Tour dell’associazione Insolitaguida al Cimitero Monumentale

L’associazione Insolitaguida, propone una visita guidata al cimitero di Poggioreale, per far conoscere oltre alla Napoli ricca di storia e d’arte, anche il lato più nascosto, unico e tradizionale del capoluogo partenopeo. Domenica 21 febbraio alle ore 10.30 l’appuntamento si snoderà in un percorso narrato, attraverso i più significativi mausolei, cappelle e monumenti sepolcrali, di quello che, a tutti gli effetti, si presenta come un museo all’aria aperta, pregnante di storia e cultura, nelle sue

TAR Sicilia, Catania, Sez. III, 1 febbaio 2021, n. 310

TAR Sicilia, Catania, Sez. III, 1 febbraio 2021, n. 310 Pubblicato il 01/02/2021 N. 00310/2021 REG.PROV.COLL. N. 02305/2017 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia sezione staccata di Catania (Sezione Terza) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 2305 del 2017, proposto da Maria Luisa D., rappresentata e difesa dall’avvocato Armando Hyerace, con domicilio eletto presso il suo studio in Messina, Via Felice

Palermo: il sindaco cerca nuovi posti per sepolture con estumulazioni straordinarie dopo 25 anni

Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha firmato un’ordinanza contingibile ed urgente con la quale, a seguito dell’emergenza cimiteriale a Palermo, ha disposto l’estumulazione straordinaria di feretri sepolti nel cimitero di Santa Maria dei Rotoli da più di 25 anni dalla tumulazione della salma. I congiunti di questi defunti saranno avvisati tramite comunicazioni pubblicate all’Albo Pretorio on line, nel sito istituzionale dell’Ente comunale e all’ingresso del Cimitero con la specifica di tutti i dati necessari

Sindaco costretto a fare il custode cimiteriale perché non ha i soldi per assumere un fossore

Il sindaco di un piccolo comune si improvvisa custode del camposanto. “Quello vero non c’è più dal 1998 – spiega Nunziante Picariello, eletto 8 anni e mezzo fa per amministrare Capriglia Irpina (Avellino) – e purtroppo non possiamo assumere. Per giunta con la riduzione dell’organico abbiamo perso anche chi provvedeva prima. Non è un peso, in fondo qualcuno dovrà pur pensarci”. ”Il mio non è l’unico Comune a soffrire per i tagli dei trasferimenti dallo

Roma: i chiarimenti di AMA sulla operatività del cimitero di Prima Porta

Dopo la notizia del parziale sequestro di deposito al Cimitero Flaminio (Prima Porta) di Roma, ad opera dei Nas “per inosservanza alle norme sulla prevenzione degli infortuni e igiene del lavoro”, diamo informazione dei chiarimenti che AMA Roma ha tempestivamente diffuso in questi giorni: Ad essere chiusi e temporaneamente non disponibili sono due locali attigui che contengono “esclusivamente urne cinerarie, rigorosamente catalogate e in attesa di essere ritirate dagli aventi diritto, e cassettine di resti

TAR Campania, Napoli, Sez. III, 11 febbraio 2021, n. 922

TAR Campania, Napoli, Sez. III, 11 febbraio 2021, n. 922 Pubblicato il 11/02/2021 N. 00922/2021 REG.PROV.COLL. N. 02049/2016 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Terza) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 2049 del 2016, proposto da E. Pietro Paolo, rappresentato e difeso dall’Avv. Sergio Mascolo, con domicilio eletto in Napoli alla Vía Cuma n° 2 (studio Lambiase) e domicilio digitale, come

Online la Guida dei Cimiteri Militari Italiani in Etiopia. Più semplice fare ricerche sui caduti

È disponibile gratuitamente online la Guida dei Cimiteri Militari Italiani in Etiopia, importanti luoghi di memoria, sia dal punto di vista storico che familiare. L’iniziativa, curata dall’Ambasciata d’Italia ad Addis Abeba in stretto coordinamento con l’Ufficio dell’Addetto per la Difesa, è stata realizzata anche con il dichiarato obiettivo di agevolare le ricerche sui singoli caduti e sui luoghi ove sono conservate le spoglie. La guida illustra i quattro Cimiteri Militari dislocati ad Addis Abeba, Adrigat,

Roma: cimitero Prima Porta, sequestrato parte dell’impianto dove vengono depositate le bare

Ieri, 11 febbraio 2021, la procura di Roma ha posto sotto sequestro una parte dei capannoni dove vengono depositate le bare in attesa di sepoltura o cremazione al cimitero Flaminio (noto anche come cimitero di Prima Porta) di Roma. Il sequestro è stato compiuto ad opera dei carabinieri del Comando di Prima Porta, su indicazione del pm Antonella Nespola. Sembra che dai rilevamenti effettuati si sia trovata una situazione igienicamente non confacente: in alcuni capannoni,

Trattamenti non consentiti sugli indecomposti: profili penalistici

Cassazione Penale, Sez. I, 9 novembre 1999, n. 958: “[…] nel caso di specie il tentativo di distruzione del cadavere non è configurabile, in quanto, mancando la possibilità di verificare in concreto l’effettiva idoneità degli atti, non è possibile stabilire se l’azione posta in essere dall’imputato fosse dotata di efficienza causale idonea al perseguimento dello scopo. Pertanto, poiché manca la possibilità allo stato di accertare con sicurezza gli elementi riguardanti il fatto, si ritiene superfluo

Carlantino (FG): irregolarità nell’esecuzione di appalto cimiteriale

I finanzieri del Comando Provinciale di Foggia hanno eseguito un’ordinanza applicativa della misura cautelare interdittiva del divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione per n. 2 imprenditori, legali rappresentanti di altrettante imprese operanti nel settore edile con sedi nelle province di Campobasso e Benevento. Il provvedimento, emesso dal G.I.P. del Tribunale di Foggia, è giunto all’esito di un’articolata attività di indagine, effettuata dalla Tenenza di Lucera e coordinata dalla Procura della Repubblica di Foggia, che

Arrestati 3 operatori cimiteriali per aver vilipeso resti mortali di defunti estumulati

Tre persone sono finite in carcere a Vibo Valentia con accusa di aver estumulato illegalmente diverse salme, distruggendole e procedendo a smaltire i resti dei cadaveri non ancora decomposti per reperire nuovi posti. Si tratta di soggetti che lavoravano all’interno del cimitero di Tropea (VV) da tempo carente di posti. La indagini della Guardia di finanza hanno verificato tramite immagini che i soggetti eseguivano diverse estumulazioni per assicurare ai congiunti di persone defunte l’utilizzo di

Palermo: iniziative per fronteggiare l’emergenza cimiteri

È in via di definizione un accordo tra l’amministrazione comunale di Palermo e l’ente Santo Spirito, per il possibile utilizzo – nei prossimi sei mesi – di circa un migliaio di loculi della Congregazione nel cimitero di Sant’Orsola. Questo allevierebbe la problematica situazione del cimitero di Rotoli dove, da mesi, quasi 700 bare sono in attesa di sepoltura. L’ordinanza comunale, che ne consentirà l’utilizzo, prevede – nel contempo – la riduzione da 30 a 25