Sefit, attività di valorizzazione dei cimiteri italiani in occasione del Giorno della Memoria 2023. I monumenti, le lapidi e le cerimonie nei cimiteri italiani: per non dimenticare

Ricordando l’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, il 27 gennaio è il “Giorno della Memoria“, la Repubblica italiana ha riconosciuto così fin dal 2000 la necessità di mantenere alto il ricordo di tante barbarie ma anche di quanti a rischio della propria vita ne hanno salvate altre in un clima di persecuzione e morte.
I membri del Tavolo Tecnico Utilitalia-SEFIT per la Valorizzazione culturale e turistica dei cimiteri monumentali italiani, con questo progetto mettono in evidenza (Clicca per VEDERE) alcune immagini di Monumenti e di Lapidi commemorative che in molte città sono i luoghi in cui le istituzioni celebrano questo ricordo.… ... Leggi il resto

Porto Torres: cibi e banchetti funerari dei primi cristiani: convegno all’Antiquarium

L’usanza di dare da mangiare al defunto e banchettare idealmente, una tradizione diffusa in tutto il Mediterraneo che risale all’epoca antica del cristianesimo.

Pier Giorgio Spanu, docente di Archeologia dell’Università di Sassari, ospite al museo Antiquarium Turritano di Porto Torres, parlerà di alcune pratiche in uso nei primi secoli dell’era cristiana, relative al consumo rituale di cibo, con un intervento dal titolo: “Pax et concordia sit convivio nostro. Cibi e banchetti funerari dei primi cristiani”.

Cibo base era il pane e i cereali, il pesce arrostito preferito alla carne, e il vino miscelato all’acqua, una vera onoranza funebre con tanto di banchetto come testimonia la presenza di letti triclinari utilizzati per mangiare sia all’interno che all’esterno dei monumenti funebri.… ... Leggi il resto

Genova: intervento di 1,5 milioni di euro per la messa in sicurezza del cimitero della Biacca

Approvati, dalla giunta comunale di Genova i progetti definitivi per il consolidamento statico del muro d’argine del cimitero della Biacca, a Bolzaneto sulla via del Santuario della Guardia, e per la realizzazione dei nuovi loculi e degli ossari per un totale di circa 1,5 milioni di euro.
“Sono interventi importanti di messa in sicurezza di un cimitero molto caro alla Valpolcevera – le parole dell’assessore Piciocchi – Con una previsione di spesa di 980 mila euro, saranno realizzati nuovi loculi e degli ossari sostitutivi, necessari al consolidamento del muro d’argine occidentale del cimitero, dopo i danni causati dall’alluvione del 2014.… ... Leggi il resto

A MARZO cominciano i CORSI Euroact web per il settore funerario

Nel primo semestre 2023 sono programmati corsi on-line, con presenza remota del relatore, da marzo a giugno.

Di seguito riportiamo l’elenco dei corsi programmati nel mese di MARZO 2023.

07/03/2023 (martedì) Crematori ecosostenibili – Relatore: Fabrizio Giust
09/03/2023 (giovedì) Trasporti funebri internazionali – Relatore: Sereno Scolaro
21/03/2023 (martedì) Operazioni cimiteriali: come operare in maniera corretta e sicura all’interno del cimitero – Relatori: Chiara Masetti / Luca Zaccherini
23/03/2023 (giovedì) L’impianto di cremazione: elementi normativi, tecnica e aspetti operativi – Relatore: Salvatore Mineo
28/03/2023 (martedì) Imprese funebri: Come comunicare sui canali digitali e acquisire nuovi clienti attraverso web e social media – Relatore: Serena Spitaleri
30/03/2023 (giovedì) PILLOLE DI Regolamento comunale di polizia mortuaria – Relatore: Sereno Scolaro

Chi fosse interessato al leggere programmi, orari, modalità di iscrizione, costi clicchi INFO.… ... Leggi il resto

Genova: avanza la procedura per realizzare un nuovo forno crematorio

Il Comune di Genova prosegue l’iter per la realizzazione del nuovo forno crematorio nel cimitero di Staglieno.
La Giunta Municipale aveva indetto a metà del 2022 la procedura negoziata per individuare il soggetto che avrà l’affidamento in concessione per vent’anni, la progettazione, la costruzione e la gestione dell’impianto in regime di project financing. Ad aggiudicarsela, con un ribasso del 4 per cento è il raggruppamento temporaneo di impresa costituito da Crezza Srl – Tempio Crematorio Lombardo srl – Schena Servizi srl.… ... Leggi il resto

Lombardia: consentito il trasferimento di salma tra regioni confinanti, se in condizioni di reciprocità

In data 19 gennaio 2023 la Regione Lombardia — Direzione Generale Welfare, ha inviato una PEC all’attenzione delle federazioni di settore funebre, all’ANCI Lombardia ed ai Comuni lombardi, con la quale si è espresso parere favorevole al trasporto della salma dal luogo di decesso ad altro luogo, sito anche in altro comune della Lombardia o sito in regione confinante a condizione di reciprocità, per l’espletamento del periodo di osservazione o per altri accertamenti mediante l’utilizzo di un contenitore impermeabile non sigillato, in condizioni che non ostacolino eventuali manifestazioni di vita e che non siano di pregiudizio per la salute pubblica.… ... Leggi il resto

Tasso di interesse legale 2023: aumentato dal 1 gennaio al 5%

Dal 1° gennaio 2023 la misura del saggio degli interessi legali è fissata al 5% annuo.
Questa la decisione comunicata dal MEF, con Decreto 13 dicembre 2022 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 15 dicembre 2022 n. 292.
Le ricadute sul piano fiscale e contributivo sono parecchie, tra cui un considerevole aumento delle somme da pagare in caso di ravvedimento operoso.… ... Leggi il resto

Torino: nuove risorse per la valorizzazione monumentale dei cimiteri

A Torino vi è stata una audizione nella seduta del 16 gennaio 2023 delle Commissioni Prima, Quinta e Servizi pubblici locali, dei vertici dell’AFC spa, la utility torinese che gestisce i cimiteri del capoluogo piemontese.
Ne corso dell’audizione il Presidente di AFC ha affermato che “Il cimitero è un luogo dello spirito, della memoria dei singoli, ma anche dell’intera collettività. Lavoriamo per offrire servizi efficaci ed efficienti, ma anche compassionevoli.
Il cimitero però è anche un luogo della cultura – ha proseguito – che può generare occasioni di turismo per il ricco patrimonio storico e artistico che racchiude, e che va tutelato”.… ... Leggi il resto

Villanova del Ghebbio (RO): il Comune vorrebbe autorizzare un crematorio, ma un comitato di cittadini si oppone

Il comune di Villanova del Ghebbo, in provincia di Rovigo, ha ricevuto una diffida riguardanti tutti i consiglieri dell’amministrazione comunale se dovessero continuare a sostenere l’approvazione del progetto di realizzazione di un crematorio.

Di seguito si riporta una parte della lettera fatta pervenìre all’amministrazione comunale da legale di un comitato di cittadini contrari al progetto:
“Su incarico del Comitato “Tutela ambiente e salute del territorio di Villanova del Ghebbo, in relazione all’ipotesi di realizzazione dell’impianto crematorio nel territorio comunale, anche a seguito delle osservazioni tecniche inoltrate al Presidente del Consiglio comunale a mezzo pec, con riferimento a tutte le ipotesi di criticità del progetto attuativo nelle stesse ampiamente evidenziate, con la presente invitano i destinatari della presente missiva a valutare, con estrema responsabilità civile e penale, tutti i possibili risvolti e conseguenze che possono derivare dalla realizzazione dell’opera a danno della collettività”.… ... Leggi il resto

Cinisello Basamo: torna in funzione il crematorio dopo molti mesi di inattività

Dopo i lavori di ristrutturazione, è tornata in funzione la prima linea del Forno crematorio presente nel Cimitero nuovo di Cinisello Balsamo, in via dei Cipressi.
L’impianto era stato chiuso nel 2021 a seguito di un guasto importante. I lavori hanno visto la sostituzione di diverse parti tra cui i manicotti e l’essiccatoio.
Nel frattempo, in questi anni, l’Amministrazione comunale ha provveduto a bandire una gara per garantire un nuovo Piano di Gestione. La Società incaricata, vincitrice del bando, dopo aver effettuato il necessario controllo dei fumi e aver riscontrato valori nella norma, ha provveduto a riaprire la prima linea.… ... Leggi il resto

Sant’Agata dei Goti: recuperate già 8 bare intatte dal torrente in cui erano finite dopo il crollo di un’ala del cimitero

Su autorizzazione del magistrato che ha posto sotto sequestro l’intera area ed aperto un fascicolo d’inchiesta, nel cimitero di Sant’Agata dei Goti, dove a seguito ad una frana è crollata un’ala trascinando in un torrente un centinaio tra bare e urne, è iniziato il recupero dei resti delle persone tumulate.
L’azione di recupero è stata affidata ad una ditta specializzata che ha iniziato il lavoro di buon mattino, tra lo sconforto e il dolore dei familiari delle persone sepolte.… ... Leggi il resto

Mortalità nella settimana 52 del 2022 nel rilevamento SISMG

Mortalit stagione 2022 2Durante la 52a settimana del 2022 la mortalità (totale, non solo influenza*) è stata superiore al dato atteso, con una media giornaliera di 313 decessi rispetto ai 278 attesi.
* Nota: indicatore ricavato dal sistema di sorveglianza della mortalità giornaliera (Sismg), basato sulla rilevazione in 21 città campione italiane che raccolgono quotidianamente il numero di decessi per gli ultra65enni per tutte le cause (non solo per influenza). Tale numero viene confrontato con quello atteso costituito dalla media dei decessi registrati nei cinque anni precedenti.… ... Leggi il resto

Sant’Agata de Goti (Benevento) col forte maltempo crolla un’ala del cimitero e scivola in un profondo vallone con circa 100 bare assieme alle tombe

Col forte maltempo di questi giorni è crollata un’ala del cimitero di Sant’Agata de Goti. Sono così scivolate in un profondo vallone almeno un centinaio bare. L’ala è crollata all’improvviso. Era percolante da tempo, secondo le prime notizie apparse sul web.
La struttura è finita in un profondo vallone, nel quale si raccoglie molta acqua, con tutte le tombe e le bare – un centinaio- dei defunti.
Devastante la scena che si è presentata agli occhi dei familiari ed enorme la rabbia anche perchè sono state tante le segnalazioni su ciò che sarebbe potuto accadere.… ... Leggi il resto

Ugento: il Comune lancia il bando per un project financing per la realizzazione di crematorio a servizio del basso Salento

La Provincia di Lecce ha disposto la realizzazione di tre forni crematori sul territorio salentino, ciascuno a servizio di una delle tre aree in cui geograficamente è stato suddiviso: nord, cento e sud.
Con Lecce e Caprarica, c’è Ugento che, tra i Comuni candidatisi, è stato scelto per servire il sud della provincia.
In una intervista pubblicata su “il Gallo” periodico locale, il Sindaco di Ugento ha fornito specifiche informazioni e rassicurazioni alla popolazione interessata sui sistemi di controllo che il Comune imporrà al getsore dell’impianto, che sarà scelto tra i promotori di finanza di progetto.… ... Leggi il resto

SISMG: un servizio del Ministero della salute utile per seguire l’andamento effettivo della mortalità in Italia

Il Sistema nazionale di sorveglianza della mortalità giornaliera (SiSMG), attivo dal 2004, è coordinato dal Dipartimento di Epidemiologia SSR Lazio – ASL RM1. Il Sistema è stato realizzato nell’ambito del Progetto CCM, Ministero Salute “Piano Operativo Nazionale per la prevenzione degli effetti del caldo sulla salute”.

Il sistema consente di monitorare, in tempo reale, il numero di decessi giornalieri nella popolazione e di segnalare eccessi di mortalità al fine di attivare in tempi brevi interventi di risposta all’emergenza effettuare tempestivamente una valutazione dell’impatto sanitario di eventi meteorologici estremi (ondate di calore, freddo, piogge intense) e di altri fattori di rischio (epidemie influenzali, inquinamento atmosferico).… ... Leggi il resto

10 anni per una sentenza di assoluzione di alcuni dipendenti comunali per la realizzazione di una edicola funeraria senza permessi

Il Tribunale di Sciacca ha emesso sentenza di assoluzione in un processo che vedeva imputati per quest’ipotesi di reato il dirigente del Comune di Sciacca Aldo Misuraca, il custode del cimitero, Danilo Carrubba, e un ex dipendente comunale, Accursio Amato.
La notizia è riportata sul Giornale di Sicilia, qualche giorno or sono.
Si tratta di una vicenda di dieci anni fa, che riguarda la realizzazione di un’edicola funeraria per la quale, secondo l’accusa, non ci sarebbero stati i permessi e le autorizzazioni necessarie.… ... Leggi il resto