Cina: sempre più persone utilizzano l’IA per parlare coi defunti

L’Intelligenza Artificiale si sta affermando sempre più parte nella quotidianità della vita odierna.
In Cina sta prendendo piede un utilizzo particolare dell’intelligenza artificiale: per molte persone è un tramite per parlare con i propri cari defunti.
Il fenomeno, però, presenta risvolti psicologici significativi.
Secondo Wired.it, molti siti di shopping offrono bot personalizzabili con le sembianze e le voci delle persone defunte per poche centinaia di dollari e le persone utilizzano questi chatbot completandoli con foto e registrazioni del caro estinto.… ... Leggi il resto

Campobasso: costituito “Comitato civico cittadino e dei servizi cimiteriali Onlus”

Lo scorso 9 febbraio si è costituito a Campobasso – con sede provvisoria in via Trieste 4 – il “Comitato civico cittadino e dei servizi cimiteriali Onlus” che ha come scopo la cura e valorizzazione della città, compreso il sito cimiteriale.
La rappresentanza di cittadini collaborerà con l’amministrazione per la cura e rigenerazione dei beni comunali, in particolare per quelli esistenti nell’area destinata ai servizi cimiteriali della città.
Nello statuto vengono disciplinate le forme di collaborazione tra il comitato e l’Amministrazione per la cura e rigenerazione dei beni comunali, in particolare per quelli esistenti nell’area destinata ai servizi cimiteriali della città.… ... Leggi il resto

Approvata la strategia europea sulle materie prime critiche

Il Consiglio dell’Ue ha dato l’approvazione finale alla nuova legge europea sulle materie prime critiche (Crma), già votata dall’Europarlamento lo scorso dicembre 2023.
L’atto entrerà in vigore dopo 20 giorni dalla pubblicazione sulla G.U. europea.
Il testo finale della legge individua due elenchi di materiali (34 critici e 17 strategici) che si ritengono cruciali per le transizioni verde e digitale, nonché per l’industria della difesa e dello spazio.
Per il consumo annuale di materie prime critiche nell’Ue almeno il 10% dovrà arrivare da estrazione locale, il 40% verrà lavorato nell’Ue e il 25% proverrà da materiali riciclati.… ... Leggi il resto

Nel 2023 la qualità dell’aria in Italia è migliorata. Lo dice il rapporto della SNPA

Il Sistema nazionale per la protezione dell’ambiente Snpa – costituito dall’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (Ispra) e dalle Agenzie ambientali di Regioni e Province autonome – ha presentato a Torino il 15 marzo 2024 il “Rapporto Qualità dell’aria in Italia 2023”.
Il 2023 è stato l’anno migliore da quando sono disponibili dati di PM10 e PM2,5 (metà degli anni ’90, dal 2007 con la rete completa), sia in termini di superamenti della soglia giornaliera del PM10 sia nei valori medi annuali.… ... Leggi il resto

Un quadro sostanzialmente positivo quello che emerge dal Rapporto ambiente 2023 di SNPA

Il quadro nazionale che emerge dal quarto “Rapporto Ambiente” di SNPA, presentato il 21 febbraio 2024 è positivo. Tale giudizio deriva da un’analisi in 21 punti sullo stato dell’ambiente in Italia, per capire quali trend stanno andando nella direzione giusta e quali no, cosa risulta stabile, quali elementi andrebbero maggiormente
indagati e migliorati.

Un quadro complessivo buono, ma che richiede attenzione e impegno costanti.
Una sezione del Rapporto è dedicata alle migliori azioni messe in campo dal Sistema nazionale SNPA sulle principali tematiche ambientali.… ... Leggi il resto

L’INFORMASOCI Feniof passa da cartaceo a digitale

Dal numero di febbraio 2024, in occasione del 59° compleanno della federazione, la storica rivista l’INFORMASOCI FENIOF è divenuta digitale ed ha abbandonato il formato cartaceo.
Ciò consentirà alla FENIOF di raggiungere la categoria in modo tempestivo ed efficace e, giova evidenziarlo, con minori costi rispetto alla tradizionale edizione cartacea. Questo significativo risparmio sarà prezioso per consentire alla FENIOF di perseguire la propria mission veicolando maggiori risorse economiche alle necessarie azioni a supporto degli associati.... Leggi il resto

I corsi online di maggio di Euroact Web sulla formazione del settore funebre, cimiteriale e di cremazione

Si parte Martedì 7 maggio con il corso tenuto da Salvatore Mineo sui crematori per animali domestici, che propone di fornire una panoramica sulle più diffuse tipologie di impianti di cremazione per animali domestici evidenziando i più recenti sviluppi tecnici e normativi ed inquadrando il tutto nel recente notevole sviluppo del mercato dei servizi e dei prodotti per l’animale domestico.

Martedì 14 maggio Valeria Leotta esplorerà nel suo corso la gestione dei servizi funerari alla luce del nuovo TUSPL.… ... Leggi il resto

Euroact Web diffonde lista corsi on-line di aprile 2024

Ripartono in aprile i corsi online di Euroact web sulla formazione del settore funebre, cimiteriale e di cremazione.

Si comincia Martedì 16 aprile con il corso tenuto da Chiara Masetti e Luca Zaccherini di approfondimento sulle operazioni cimiteriali, che fornisce le conoscenze pratiche utilizzabili nella propria attività lavorativa, con particolare attenzione alle tematiche della sicurezza sul lavoro.

Giovedì 18 aprile Fabrizio Gombia esplorerà nel suo corso come cambiare i servizi offerti nel cimitero e nel crematorio, analizzandone le componenti nei rapporti con l’utenza e le imprese funebri e approfondendo le procedure in ambito rituale e di accoglienza.… ... Leggi il resto

Nelle segrete stanze di funerali.org: l’archivio delle sentenze

Chi Vi scrive in parte si è anche “formato” sui sentenziari di www.euroact.net, oltreché sulla mitica rubrica dell’Ing. Fogli “Quesiti e Lettere” , ai tempi de: “I.S.F.” in formato cartaceo, pregevole trimestrale di approfondimento settoriale per addetti al circuito della polizia mortuaria, oggi integralmente trasfuso (redazione compresa) in questo sito.
Due formidabili fonti di informazioni, dunque, per di più molto orientate al problem solving, all’aiuto concreto fornito ai colleghi, con taglio prettamente operativo, qualunque sia la loro funzione o mansione nelle professioni del post mortem.… ... Leggi il resto

MASE: approvato il Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici

Il Ministro dell’ambiente e della sicurezza energetica, con decreto n. 434 del 21 dicembre 2023, ha approvato il Piano nazionale di adattamento ai cambiamenti climatici. Un passo importante per la pianificazione e l’attuazione di azioni di adattamento ai cambiamenti climatici nel nostro Paese.
Gli interessati possono visionare i documenti relativi cliccando su:

PNACC_DOCUMENTO_DI_PIANO.pdf
PNACC_I_Allegato_Metodologie_Strategie_Piani_Regionali.pdf
PNACC_II_Allegato_Metodologie_Strategie_Piani_Locali.pdf
PNACC_III_Allegato_Impatti_e_vulnerabilita.pdf
PNACC_IV_Allegato_Database Azioni.xlsx... Leggi il resto

End of waste rifiuti C&D: proroga termini adeguamento autorizzazioni per i gestori di impianti

L’art. 12, comma 3 del D.L. 215/2023 (c.d. decreto Milleproroghe) ha fissato la proroga dei termini per adeguare le autorizzazioni degli impianti alle disposizioni dell’attuale D.M. 152/2022 inerente alla cessazione della qualifica di rifiuto dei rifiuti inerti da costruzione e demolizione (c.d. decreto end of waste rifiuti C&D).
Per i gestori di impianti di trattamento rifiuti già autorizzati al recupero dei rifiuti da costruzione e demolizione, viene disposta la proroga al 4 novembre 2024 (anziché al 4 maggio 2024) per presentare agli Enti preposti le istanze di adeguamento delle autorizzazioni già rilasciate.… ... Leggi il resto

Relazione annuale Rpct, Anac differisce al 31 gennaio 2024 il termine per la pubblicazione

Per consentire ai Responsabili della Prevenzione della corruzione e della trasparenza (RPCT) di svolgere adeguatamente tutte le attività connesse alla predisposizione della sezione anticorruzione e trasparenza del PIAO o dei Piani triennali di prevenzione della corruzione e della trasparenza, l’Autorità Anticorruzione ha prorogato al 31 gennaio 2024 il termine ultimo per la predisposizione e la pubblicazione della Relazione annuale che i RPCT sono tenuti ad elaborare.

Per la redazione della relazione, i RPCT si avvalgono della Scheda per la relazione annuale del RPCT 2023 pubblicata sul sito di ANAC.… ... Leggi il resto

ANAC, nuovo codice appalti: obbligatorio il principio di rotazione negli affidamenti di appalti sotto soglia

Con il parere in funzione consultiva n. 58 del 15 novembre 2023, l’Autorità nazionale anticorruzione ha ribadito l’illegittimità della deroga al principio di rotazione degli appalti per ragioni di urgenza.
Rispetto alla volontà di affidamento diretto all’appaltatore uscente da parte di un ente, l’Anac ribadisce che la rotazione risulta obbligatoria – imponendosi quindi al Rup –, quando “la stazione appaltante intenda assegnare l’appalto mediante affidamento diretto ovvero mediante procedura negoziata nella quale la stessa operi discrezionalmente la scelta dei concorrenti da invitare”.… ... Leggi il resto

Dal 1° gennaio appalto pubblico tutto in digitale: cosa cambia e come ci si deve preparare

Parte dal 1 gennaio 2024 la digitalizzazione degli appalti pubblici, prevista anche tra gli obiettivi più rilevanti del PNRR (milestone M1C1-75).
Costituisce una trasformazione epocale di modernizzazione dell’Italia e di crescita a livello europeo, che avrà un impatto rilevante su cittadini, amministrazioni e imprese.
Affinché tutti gli attori del sistema (stazioni appaltanti, operatori economici, enti pubblici) siano pronti al passaggio, fissato al 1° gennaio 2024, Anac sta dotando il Paese delle infrastrutture necessarie per lo svolgimento delle procedure di appalto in modalità digitale.… ... Leggi il resto

MASE su autorizzazioni “caso per caso” degli End of waste da costruzione e demolizione

Il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE), con la risposta n. 191718 del 23/11/2023 all’interpello promosso da un’associazione ONLUS, ha fornito indicazioni sui termini di adeguamento al Regolamento 152/2022 delle autorizzazioni “caso per caso” degli End of waste da costruzione e demolizione.
L’interpello verteva su:

  • Quale sia il termine ultimo assegnato alle imprese già dotate di autorizzazione al recupero per adeguarsi alle prescrizioni dell’art. 8, comma 1, del DM MASE n. 152/2022, in forza della norma di cui all’articolo 11, comma 8-undicies, del D.L.
... Leggi il resto

Società quotate ed esenzione dal TUSP

L’Osservatorio Enti Pubblici e Società partecipate del Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili (CNDCEC), ha pubblicato il documento “Strumenti finanziari quotati diversi dalle azioni ed esenzione dal TUSP”, riguardante la sorte delle società a partecipazione pubblica che, ai sensi e per gli effetti del TUSP, sono considerate “quotate” in ragione della quotazione di strumenti finanziari diversi dalle azioni.

Stando alla legge, la riconducibilità di tali società al perimetro delle “società quotate” (e, di riflesso, la loro esenzione dal TUSP stesso, ai sensi del relativo articolo 1, comma 5) è chiaramente ancorata al perfezionamento della quotazione entro una circoscritta finestra temporale che si è chiusa, al più tardi, un anno dopo l’entrata in vigore del TUSP (da ciò risultando una marcata differenza di trattamento rispetto alle società emittenti strumenti azionari che il TUSP considera “quotate” per effetto ed in coincidenza della quotazione, in qualunque tempo intervenuta).… ... Leggi il resto