La mortalità a metà maggio ritorna sui valori attesi

Segnaliamo che la mortalità a metà maggio 2024, dopo oltre 4 mesi di valori inferiori alle attese, ritorna sulle ipotesi di previsione per il 2024, come può desumersi dai dati pubblicati settimanalmente dal SISMG.

Mrt8 14mag24.

Può essere di interesse per i lettori conoscere che gli abbonati Premium, dopo essersi loggarti, cliccando PANNELLO PREMIUM e sul bottone STATISTICHE, possono analizzare i dati noti ad oggi della mortalità regionale 2024, con i confronti con i valori degli anni precedenti.… ... Leggi il resto

Italia: la mortalità nel primo trimestre 2024 è in forte calo

L’anno in corso è iniziato con un calo di mortalità generalizzato praticamente in tutte le zone del Paese.
Nei primi 3 mesi dell’anno, in base ai dati stimati da parte dell’ISTAT, la mortalità 2024 è nettamente inferiore sia a quella registrata nello stesso periodo del 2023, sia rispetto alla media del quinquennio 2015-2019, considerato di riferimento per le valutazioni, essendo una media ante pandemia.
Di seguito si riporta una tabella riepilogativa regionale delle variazioni rispetto all’anno 2023.… ... Leggi il resto

La mortalità ha un leggero aumento, ma è ancora sotto le previsioni

Dopo una decina di settimane in cui la mortalità reale è stata inferiore alle attese, si è registrato un aumento temporaneo di mortalità, forse connesso al periodo di cattiva stagione e ricomparsa di malattie dell’apparato respiratorio.
Sempre però con valori totali di periodo inferiori alle attese, secondo le medie statistiche degli anni passati.
Di seguito si riportano i grafici dell’andamento della mortalità delle città sentinella del SISMG.
L’andamento statistico è similare sia al Centr-Sud, sia al Nord del Paese.… ... Leggi il resto

Le elaborazioni di Euroact Web sui dati di decesso del 2023. Sono stati 660.600, in calo notevole rispetto al 2022

Di seguito si riporta un primo commento dell’analisi dei dati statistici sulla mortalità italiana 2023, diffusi dall’ISTAT alla fine di marzo 2024.
Come previsto sulla base dei dati di mortalità delle città sentinella, i decessi nel 2023 sono calati di molto rispetto ai vari degli ultimi 3 anni, scostandosi di poco (+2%) rispetto al dato medio del quinquennio 2015-2019.
In termini totali la mortalità è attorno alle 660.600 unità.
L’analisi dei dati mensili testimonia che le uniche variazioni degne di nota sono nel periodo estivo, dovute all’ondata di calore, in particolare a luglio (+6% rispetto analogo mese quinquennio base) e poi agli effetti dell’anticipo del periodo influenzale, con un piccolo picco di mortalità attesa a novembre (+6%) e soprattutto a dicembre 2023 (+13%).… ... Leggi il resto

ISTAT: pubblicati i dati provvisori 2023 sulla popolazione. Decessi in calo e circa sei mesi di speranza di vita in più

ISTAT ha pubblicato nei giorni passati gli indicatori demografici per l’anno 2023 pubblicati. Si tratta ancora di dati provvisori, ma significativi.
Di seguito si riporta per esteso la parte del rapporto ISTAT di interesse.


I decessi (661mila nel 2023) registrano una diminuzione di 54mila unità sull’anno precedente. Il calo del numero totale di eventi coinvolge soprattutto la popolazione anziana, all’interno della quale come noto si concentra la gran parte dei decessi.
Il 75% della diminuzione rilevata interessa, in particolare, individui di almeno 80 anni di età.

... Leggi il resto

Effetti dell’anticipo del picco di influenza invernale

L’anticipo del picco influenzale e la virulenta versione presente questo inverno alle nostre latitudini ha spostato verso novembre e dicembre 2023 la mortalità aggiuntiva attesa proprio a tale titolo nei primi mesi del 2024.
Lo si può apprezzare facilmente dal seguente grafico, che mostra come il vistoso calo di mortalità fino a metà febbraio 2024 sia più accentuato al Nord che al Centro Sud, ma sempre calo si tratta.
Di seguito riportiamo inoltre il bollettino settimanale del SISMG sull’andamento di mortalità nelle città italiane sentinella.… ... Leggi il resto

Italia: mortalità settimanale. Dati SISMG Settimana 31 Gennaio – 6 Febbraio 2024

Ancora in calo la mortalità, come si può evincere dal comunicato settimanale del SISMG, che si riporta di seguito.
Tra le città del NORD la mortalità totale è stata lievemente inferiore al dato atteso, nelle classi di età 65-74 e 75-84 anni è stata inferiore all’atteso, mentre nella classe di età 85+ anni è stata in linea con l’atteso.
Tra le città del CENTRO-SUD la mortalità totale e nella classe di età 85+ anni è stata in linea col dato atteso, mentre nelle classi di età 65-74 e 75-84 anni è stata lievemente inferiore all’atteso.… ... Leggi il resto

Italia: mortalità settimanale. Dati SISMG Settimana 24 – 30 Gennaio 2024

Tra le città del NORD la mortalità totale e nella classe di età 65-74 anni è stata lievemente inferiore al dato atteso, nella classe di età 85+ anni è stata in linea con l’atteso, mentre nella classe di età 75-84 anni è stata inferiore all’atteso.
Tra le città del CENTRO-SUD la mortalità totale e nelle classi di età 75-84 e 85+ anni è stata in linea col dato atteso, mentre nella classe di età 65-74 anni è stata lievemente inferiore all’atteso.… ... Leggi il resto

Italia: mortalità settimanale. Dati SISMG Settimana 17 – 23 Gennaio 2024

Tra le città del NORD la mortalità totale e nella classe di età 75-84 anni è stata lievemente inferiore al dato atteso, nella classe di età 85+ anni è stata in linea con l’atteso, mentre nella classe di età 65-74 anni è stata inferiore all’atteso.
Tra le città del CENTRO-SUD la mortalità totale e in tutte le classi di età (65-74, 75-84 e 85+ anni) è stata lievemente inferiore al dato atteso.

... Leggi il resto

Italia: mortalità settimanale. Dati SISMG Settimana 10 – 16 Gennaio 2024

Tra le città del NORD la mortalità totale e nelle classi di età 65-74 e 75-84 anni è stata lievemente inferiore al dato atteso, mentre nella classe di età 85+ anni è stata in linea con l’atteso.
Tra le città del CENTRO-SUD la mortalità totale e nelle classi di età 75-84 e 85+ anni è stata in linea con il dato atteso, mentre nella classe di età 65-74 anni è stata lievemente inferiore all’atteso.
Il risultato è che la mortalità è calata al di sotto delle aspettative, come si può valutare dai grafici seguenti.… ... Leggi il resto

Italia: mortalità settimanale. Dati SISMG Settimana 3 – 9 Gennaio 2024

Tra le città del NORD la mortalità totale e nella classe di età 85+ anni è stata in linea con il dato atteso, mentre nelle classi di età 65-74 e 75-84 anni è stata lievemente inferiore all’atteso.
Tra le città del CENTRO-SUD la mortalità totale e nelle classi di età 75-84 e 85+ anni è stata in linea con il dato atteso, mentre nella classe di età 65-74 anni è stata lievemente inferiore all’atteso.… ... Leggi il resto

La mortalità del 2023 è calata di quasi 60mila unità rispetto al 2022. Ora è poco più della media ante pandemia

Le prime stime di mortalità per l’anno 2023 diffuse dall’ISTAT confermano quanto da diversi mesi il centro studi di Euroact WEB srl sostiene sulla base di proprie proiezioni.
La mortalità totale 2023 si attesta poco al di sopra di quella media del periodo 2015-2019, con un valore complessivo che ora è stimato in 654.242, cioé 8.623 morti in più, pari a poco più dell’1%.
Ciò che è eclatante è invece il calo che si è registrato nel 2023 rispetto al 2022: ben 59.257 decessi in meno!… ... Leggi il resto

Torino: i dati forniti da AFC segnalano il calo dei decessi nei primi nove mesi del 2023

Un’analisi comparativa effettuata da AFC Torino Spa, la Società partecipata con socio unico il Comune che gestisce i 6 cimiteri della Città, ha evidenziato come a Torino, il numero delle persone decedute da gennaio a settembre sia diminuito, risultando addirittura inferiore ai dati dello stesso periodo dello scorso anno.

Prima dell’emergenza Covid sia i picchi dell’inverno, sia le temperature torride, incidevano fortemente sulla mortalità dei soggetti più fragili. Quest’anno invece, confrontando i dati dei funerali autorizzati a Torino dal 1° gennaio al 30 settembre per gli anni 2022 e 2023, si registrano oltre mille persone in meno decedute in città, incluse quelle residenti in altro comune (1347).… ... Leggi il resto

L’aspettativa di vita nei Paesi europei

Nel 2021 5.297.294 persone sono morte nell’UE, rispetto a 5.184.077 nel 2020: un aumento di 113.217 decessi in un anno (cfr. figura 1). Il tasso di mortalità grezzo, che rappresenta il numero di morti per 1 000 persone, è stato stimato a 11,8 nell’UE nel 2021 (0,2 in più rispetto al 2020).

800px Fig01 Number of deaths
L’indicatore più comunemente usato per analizzare la mortalità è aspettativa di vita alla nascita, cioè il numero medio di anni che una persona può aspettarsi di vivere alla nascita se sottoposto alle attuali condizioni di mortalità per tutto il resto della vita.… ... Leggi il resto

Negli ultimi tre anni in Europa 1,74 milioni di morti aggiuntivi rispetto al trend ipotizzabile sullo storico

Circa 1.740.000 decessi aggiuntivi tra gennaio 2020 e febbraio 2023

La raccolta settimanale dei dati sui decessi di Eurostat fornisce una panoramica completa di un periodo, durante il quale l’Europa e il mondo hanno acquisito familiarità con i dati di mortalità giornaliera dovuti alla pandemia di COVID-19.
Tuttavia, il confronto dei dati sulla COVID-19 a livello internazionale potrebbe essere fuorviante a causa di diverse norme sulla classificazione delle cause di morte, nonché di questioni relative alla copertura e alla registrazione.… ... Leggi il resto

Italia: mortalità nei primi mesi del 2023 in calo rispetto al trend degli anni passati

Evoluzionemar23
Dopo un 2022 di alta mortalità e con l’usuale periodo di influenza stagionale anticipato negli ultimi mesi dell’anno passato era logico attendersi un 2023 iniziale di bassa mortalità.
Ed è ciò che si sta registrando sia al Nord che al centro Sud del Paese, come si può rilevare anche dall’andamento dei dati delle maggiori città italiane, registrati nel SISMG.
Ricordiamo infatti che la sorveglianza settimanale SISMG ci permette di identificare in maniera tempestiva variazioni della mortalità nelle diverse città italiane incluse (una cinquantina).… ... Leggi il resto