[Fun.News 2842] Codice etico per associati a Utilitalia

Nel corso della prima Assemblea generale di Utilitalia, tenutasi il 15 luglio 2015, è stato approvato un codice etico destinato alle imprese associate alla federazione, tra cui l’intero settore funebre e cimiteriale di Sefit.
Il codice, come informa una nota, è frutto di un lavoro di ascolto corale e di raccolta di buone pratiche aziendali e sarà parte integrante dello Statuto associativo.

“L’adozione di questo documento e degli impegni che ne conseguono per la nostra federazione e per le aziende associate – ha detto il presidente Giovanni Valotti – conferma ulteriormente il ruolo della responsabilità sociale di impresa che caratterizza ogni segmento del nostro sistema. Siamo coscienti di non essere soltanto parte di un settore economico e soggetti di sviluppo territoriale, ma garanti di servizi pubblici alle comunità di riferimento, che contribuiscono a soddisfare a bisogni sociali, universali ed individuali”.

[Fun.News 2841] ANAC: prevenire la corruzione e per trasparenza in società controllate e partecipate

L’Autorità Nazionale Anticorruzione ha definitivamente approvato, con la Determinazione n. 8 del 17 giugno 2015, le «Linee guida per l’attuazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione e trasparenza da parte delle società e degli enti di diritto privato controllati e partecipati dalle pubbliche amministrazioni e degli enti pubblici economici» poste in consultazione pubblica dal 25 marzo al 15 aprile 2015.
Le Linee guida sono volte a orientare tutte le società e gli enti di diritto privato in controllo pubblico o a partecipazione pubblica non di controllo, nonché gli enti pubblici economici nell’applicazione della normativa in materia di prevenzione della corruzione, di cui alla legge 6 novembre 2012, n. 190, e trasparenza, di cui al decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33, con l’obiettivo primario che essa non dia luogo ad un mero adempimento burocratico, quanto invece venga adattata alla realtà organizzativa delle singole società e enti per mettere a punto strumenti di prevenzione mirati e incisivi.
Le Linee guida si rivolgono anche alle amministrazioni controllanti, partecipanti e vigilanti cui spetta attivarsi per assicurare o promuovere, in relazione al tipo di controllo o partecipazione, l’adozione delle misure di prevenzione e trasparenza.
I contenuti delle Linee guida costituiscono il risultato dei lavori svolti dal Tavolo congiunto istituito dall’Autorità nazionale anticorruzione e dal Ministero dell’Economia e delle Finanze (MEF).
Esse non riguardano le società con azioni quotate e quelle emittenti strumenti finanziari quotati in mercati regolamentati per le quali l’Autorità adotterà specifiche Linee guida.

Al cimitero di Frosinone saranno realizzati altri 1600 loculi

Al cimitero di Frosinone saranno realizzati altri 1600 loculi. Lo ha deciso il Consiglio comunale che ha dato il via libera all’intervento per nuovi loculi ed edicole funerarie per evitare situazioni di emergenza cimiteriale, ripetutesi nel corso degli ultimi venti anni.
«Il lavoro svolto da tutti gli addetti dell’ufficio tecnico – commenta il sindaco di Frosinone Nicola Ottaviani – consentirà alla città di sopperire al fabbisogno per i prossimi 5-6 anni, con la prima attivazione di una programmazione cimiteriale irrinunciabile per un Comune capoluogo».
I cittadini che acquisteranno un loculo avranno la possibilità di dilazionare i relativi costi.
«Con il sistema dell’acquisto, ovvero della prenotazione della concessione del posto direttamente su carta – spiega il sindaco -, ci sarà l’opportunità di dilazionare il costo per i cittadini, mentre l’amministrazione avrà la possibilità di realizzare le opere pur non disponendo attualmente di proprie risorse finanziarie. Quando i finanziamenti non arrivano dalla Regione e dallo Stato – conclude – bisogna trovare soluzioni alternative per realizzare ugualmente le opere pubbliche e venire incontro alle esigenze della cittadinanza»

Incendiata sede impresa funebre a Scicli

Attentato incendiario di chiara matrice intimidatoria ai danni dell´agenzia di onoranze funebri Padre Pio al quartiere San Bartolomeo di SCICLI.
Ignoti piromani hanno appiccato il fuoco alla porta d´ingresso.
I danni non sono ingenti.
Considerato anche il precedente tentativo di incendio ai danni dello chalet pub Pata Pata di Sampieri di circa 24 ore prima, è probabile a questo punto che la prefettura convochi d´urgenza il comitato per la sicurezza pubblica, cui saranno invitati i commissari che amministrano il comune di Scicli per valutare il da farsi.

Indagine su qualità servizi a Roma: servizi cimiteriali 6–

L’Agenzia per il controllo e la qualità dei servizi pubblici locali di Roma Capitale ha presentato in Campidoglio, l’"Ottava indagine sulla qualità della vita e dei servizi pubblici locali nella città di Roma".
L’indagine, realizzata attraverso un sondaggio di opinione telefonico rivolto a un campione di cittadini residenti e stratificati in modo tale da rispecchiare, fedelmente, la popolazione romana con riguardo al genere, all’età, al titolo di studio e infine alla condizione professionale, è volta ad approfondire l’opinione dei romani sulla qualità della vita a Roma anche in relazione all’offerta dei principali servizi erogati dall’Amministrazione Capitolina".
Riportiamo lo stralcio che riguarda i servizi cimiteriali.
I servizi culturali, in crescita da anni nell’apprezzamento dei romani, sono il settore ritenuto più soddisfacente, con un voto medio pari a 7,7. Dal punto di vista dei singoli servizi, quelli di punta – Palaexpo (8,1), Auditorium e musei comunali (8) – fin dal 2014 hanno superato anche l’acqua potabile (7,8), tradizionalmente vanto dei romani. Dopo le biblioteche e il Bioparco (comunque apprezzati, con valutazioni medie pari a 7,5 e 7), fra gli altri servizi spiccano poi le farmacie comunali (che quest’anno raggiungono il 7).
In una fascia di valutazione superiore alla sufficienza, si trovano il servizio taxi (6,5), parchi e ville, servizi sociali municipali e asili nido (6,4) e l’illuminazione pubblica (6,3). Fra quelli che non raggiungono il 6, invece, la metropolitana e i servizi cimiteriali registrano un’insufficienza lieve, mentre fra i servizi più critici troviamo la raccolta rifiuti (4,7), il trasporto pubblico di superficie e la sosta a pagamento (4,6) e la pulizia delle strade (3,5).
L’andamento tendenziale è infine discendente per la gestione dei cimiteri che registra comunque una modesta insufficienza, nonostante la lieve ripresa di valutazione che la caratterizza nel 2015.