Roma: sciopero di lavoratori della Multiservizi, tra i quali alcuni garantivano la manutenzione cimiteriale.

“Ci scusiamo per i disagi che potrebbe arrecare la nostra assenza dai posti di lavoro, ma siamo seriamente preoccupati per il nostro futuro”. Così i lavoratori della Roma Multiservizisi sono espressi al momento del loro sciopero del 22 maggio 2015.
Hanno manifestato in in Campidoglio a partire dalle 10.
“Siamo in 3.500 a rischiare di perdere il posto di lavoro tra pochi giorni. Siamo le vittime del decreto Salva Roma che sta facendo lacrime e sangue sulle spalle dei lavoratori, e a rimetterci siamo noi che guadagniamo dalle 300 alle 800 euro al mese, stipendi al limite della sopravvivenza e che ogni giorno con professionalità lavoriamo nella pulizia delle scuole comunali e degli asili nido e nel trasporto dei bambini disabili. Settantanove lavoratori impiegati nei cimiteri comunali a causa di una gara al massimo ribasso, perderanno tra pochi giorni il posto di lavoro” spiegano i lavoratori. “Ci siamo sentiti rispondere dal sindaco Marino e dai suoi assessori che bisogna fare sacrifici per il Decreto Salva Roma ,che l’inserimento della clausola sociale negli appalti è contro la normativa europea del libero mercato. Perché allora invece di consentire che vengano assegnate gare con il massimo ribasso non si tutelano i lavoratori, sapendo che l’azienda vincitrice non sarà in grado di riassorbire i dipendenti ? Perché non si prevede che negli appalti non sia almeno applicato un punteggio più alto alle aziende che assicurano totalmente la riassunzione dei lavoratori? Il Comune ci sta mettendo per strada e 48 nostri colleghi del verde pubblico già hanno perso il posto di lavoro. Per questo oggi protestiamo, e chiediamo solo di continuare a lavorare per poche centinaia di euro, i sacrifici del Salva Roma, vengano chiesti a chi prende stipendi con uno zero in più, rispetto ai nostri”.

Visite al cimitero della Villetta a Parma

Prende il via a maggio la nona edizione di «Città della Memoria», il progetto per la valorizzazione del patrimonio storico-artistico racchiuso nei luoghi del ricordo di Parma, promosso da Ade SpA con la collaborazione del Comune di Parma e coordinato dallo storico Giancarlo Gonizzi.
Il programma del mese di maggio inizia Domenica 24 maggio, alle ore 11, con il percorso “Il Piave mormorò…” – «nel centenario della guerra che sconvolse l’Europa, propone una visita alle sepolture e ai monumenti che tramandano la memoria dei Caduti parmigiani, tra sculture, simboli, architetti ed artisti di fama con visioni del tutto inattese».
Tutte le visite guidate sono gratuite e si raccomanda di essere sul posto 10 minuti prima dell’inizio.
Sabato 6 giugno, in occasione della Settimana dei Cimiteri Europei, spazio ad una nuova visita tematica aperta a tutti, sul tema “Mosaici:suggestioni di luce e di musica”: là dove dominano il marmo e il bronzo, un percorso inatteso alla scoperta dei mosaici incastonati tra le edicole e gli archi del Monumentale di Parma: un panorama di soggetti e di artisti che si intrecciano con le melodie eseguite dall’Ensemble Silentia Lunae in una visione inattesa, tra armonie e suggestioni di luce.
Il programma prosegue dopo l’estate con l’appuntamento di sabato 12 settembre: “L’antica parlata”, con la commemorazione – in poesia e in musica con Enrico Maletti e Mariangela Bazoni – degli autori dialettali che riposano in Villetta nell’anniversario di Alfredo Zerbini e Bruno Lanfranchi e con due visite guidate dedicate alla Parma dell’Ottocento (La Villetta di Maria Luigia: sabato 19 settembre, ore 11) e ai sindaci e amministratori della nostra città nel XIX secolo (domenica 27 settembre, ore 11).
« L’aspetto esteriore della “Città dei Morti” – ricorda lo storico Gonizzi – è profondamente mutato nel tempo. Grazie ad un puntuale lavoro di ricerca e schedatura del patrimonio, è oggi possibile fare un viaggio agli inizi dell’Ottocento per “rivedere” attraverso monumenti e frammenti sopravvissuti, come doveva essere la Villetta dove passeggiava la Duchessa al tramonto. Un’occasione anche per conoscere la struttura delle Gallerie monumentali e visitare l’Oratorio di San Gregorio magno che chiude la prospettiva del viale centrale e ricordare le personalità dei primi Amministratori pubblici della nostra città».
A ottobre – e precisamente domenica 11 alle 11 – torna “Note della memoria”, un viaggio alla scoperta dei grandi musicisti e cantanti sepolti al Monumentale accompagnato dal concerto itinerante dell’Ensemble Silentia Lunae, organizzato in occasione del Festival Verdi in collaborazione con la Fondazione Teatro Regio e Guide Turistiche di Parma. “La memoria degli eroi – Commemorazione dei dispersi in Russia”, in programma domenica 11 ottobre alle ore 10, organizzata in collaborazione con UNIRR Parma, chiuderà il calendario dell’anno a pochi giorni dalla settimana dedicata alla commemorazione dei defunti.
Per informazioni sul programma di Città della Memoria:
www.adespa.it e www.cimiterodellavilletta.it
Ade: 0521 964042

Lentini: funzionario cimiteriale infedele scoperto da altro funzionario comunale

La Polizia indaga in provincia di Siracusa su concessioni illecite per le sepolture cimiteriali a Lentini.
Gli agenti del commissariato hanno eseguito una perquisizione nell’abitazione di un uomo di 62 anni, responsabile dei servizi cimiteriali del Comune, oggi in pensione, e negli uffici comunali competenti, in esecuzione del decreto emesso dal sostituto procuratore di Siracusa Maurizio Musco.
L’uomo è indagato per falsità materiale del pubblico ufficiale in atti pubblici e truffa, consumati e continuati dal gennaio del 2006 al marzo del 2015 con l’aggravante di aver agito per motivi abietti e futili.
Tutto è partito dalla segnalazione, datata 21 marzo, di un dirigente comunale di Lentini, che denunciava di avere ricevuto da un utente una concessione cimiteriale risultata falsificata e rilasciata anche quale ricevuta di una somma pari a circa 2.100 euro, consegnati al funzionario indagato in contanti.
E’ emersa peraltro la falsificazione delle relative ricevute, attestanti un versamento di denaro di fatto mai effettuato.
Sono stati individuati e denunciati ulteriori venti pratiche illegali concernenti l’illecita concessione di tumuli cimiteriali, per un ammontare di circa 45.000 euro.
Acquisiti ulteriori atti relativi ad altre due concessioni cimiteriali improprie e sequestrati gli hard disk di alcuni computer anche negli uffici del Comune di Lentini.

[Fun.News 2805] Roma: appuntamento sul ruolo delle città nella valorizzazione di turismo e cultura

“Cultura e turismo sono settori strategici per la vita e lo sviluppo delle città. Dalla riunione di oggi (NdR 15/5/2015) parte un percorso che porterà l’Anci ad un grande appuntamento nazionale sulla valorizzazione del turismo e della cultura e sul ruolo delle città in questo settore. Si terrà a Roma a metà luglio, con la partecipazione del ministro Dario Franceschini”.
Ad annunciarlo è stato il presidente dell’Anci Piero Fassino, che ha presieduto a Torino i lavori della commissione Cultura dell’associazione, riunitasi in concomitanza con il Salone internazionale del libro.
La commissione ANCI ha approvato la proposta di accordo di collaborazione Anci-Icom Italia relativo allo sviluppo e alla valorizzazione dei Musei comunali; durante i lavori è stato anche presentato ‘Mecenati di oggi per l’Italia di domani – Art Bonus’, un progetto promosso da Mibact, Arcus e Anci per la diffusione del mecenatismo e dunque la tutela e la conservazione del patrimonio culturale attraverso il pacchetto di misure previste dall’Art Bonus.
Il delegato Anci alla Cultura si è detto soddisfatto della rilevanza dei temi trattati durante l’incontro.
E in Federutility SEFIT non è mancata l’attenzione alla dichiarazione del Presidente dell’ANCI e l’augurio che nell’agenda di valorizzazione del turismo e della cultura possa ricomprendersi pure quanto si sta facendo per il turismo nei cimiteri monumentali, oggetto di un recente incontro tra i vertici SEFIT e il Ministro Franceschini.

M5S chiedono chiarimenti su appalto gestione cimiteri di Forlì

Secondo i consiglieri comunali del M5S, il Comune di Forlì non ha vigilato a sufficienza sulle possibili conseguenze dell’affidamento di un appalto sui servizi cimiteriali alla ditta Nuova Attima Service Srl; il rappresentate legale di Attima, Massimo Rinaldi, è stato infatti arrestato nell’ambito della recente inchiesta su Cpl Concordia, la cooperativa modenese finita al centro di un’indagine della Procura di Napoli, che ha portato all’arresto, fra gli altri, anche del sindaco PD di Ischia.
Le rassicurazioni fornite in Consiglio Comunale dall’assessore alle Politiche sociali ed alla Legalità Raoul Mosconi non ci convincono e pensiamo che sia stato soltanto grazie alla nostra interrogazione presentata il 14 aprile e rinviata per ben 2 volte, che l’amministrazione comunale si sia decisa, tramite il dirigente responsabile degli affidamenti del Comune, ad avanzare alla società una serie di richieste di chiarimento… altrimenti non sarebbe successo proprio nulla!