L'occhio del beccamorto

stragliottoMi è stato chiesto dalla Redazione di scrivere le mie impressioni su TANEXPO.
Lo faccio volentieri, scusandomi fin d’ora delle omissioni, che senz’altro farò.
Ma mi è parso utile scrivere a caldo e condividere le sensazioni che ho provato.
Questo mi era stato chiesto e questo faccio!

1.Ci voleva la caparbietà di Nino Leanza per poter riuscire a far arrivare in porto questa fiera. Quando 2 anni fa si chiuse la precedente edizione l’Italia non aveva ancora la percezione della crisi mondiale che stava arrivando, ma già era pesante l’aria tra i costruttori italiani di bare.… ... Leggi il resto

L’occhio del beccamorto

stragliottoMi è stato chiesto dalla Redazione di scrivere le mie impressioni su TANEXPO.
Lo faccio volentieri, scusandomi fin d’ora delle omissioni, che senz’altro farò.
Ma mi è parso utile scrivere a caldo e condividere le sensazioni che ho provato.
Questo mi era stato chiesto e questo faccio!

1.Ci voleva la caparbietà di Nino Leanza per poter riuscire a far arrivare in porto questa fiera. Quando 2 anni fa si chiuse la precedente edizione l’Italia non aveva ancora la percezione della crisi mondiale che stava arrivando, ma già era pesante l’aria tra i costruttori italiani di bare.… ... Leggi il resto

Paola Colla diventa presidente di ADE spa a Parma

Il 25 febbraio 2009 Paola Colla è stata nominata presidente di Ade spa di Parma, subentrando a Carletto Nesti. Paola Colla passa così da Assessore comunale a Presidente della ADE spa, la municipalizzata che opera nel settore funerario parmense. “Voglio ringraziare Nesti – tiene a sottolineare il Vicesindaco di Parma Paolo Buzzi – per il lavoro svolto e per il rilancio di immagine dei servizi cimiteriali conseguita in questi anni. Allo stesso tempo, do il benvenuto al nuovo presidente, che, per l’importante esperienza maturata in questi anni nell’assessorato competente, e per il ruolo nazionale all’interno di Sefit-Federutility, merita la piena fiducia del Sindaco e di questa Amministrazione in questo nuovo importante incarico”.… ... Leggi il resto

Un SEFIT 10 tra i migliori delle ultime edizioni

22012009(014)Paola Colla (Responsabile politico SEFIT) e Sereno Scolaro (Responsabile tecnico SEFIT ) hanno condotto l’annuale appuntamento del settore funerario in maniera impeccabile e i risultati sono arrivati già nel corso del convegno, con la richiesta di nuove adesioni da parte di alcuni intervenuti.

SEFIT è riuscita in un colpo solo a confezionare un convegno con un mix di linee politiche di settore e di approfondimenti tecnico amministrativi, che hanno impressionato l’uditorio, per la ricchezza dei contenuti e la concretezza delle proposte.… ... Leggi il resto

Governo blocca per il 2009 le tariffe di propria competenza e invita i Comuni a fare altrettanto

Con l’articolo 3 del Decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185 “Misure urgenti per il sostegno a famiglie, lavoro, occupazione e impresa e per ridisegnare in funzione anti-crisi il quadro strategico nazionale.“ il Governo ha bloccato fino al 31.12.2009 le tariffe per le quali necessitano provvedimenti governativi, come meglio specificato nel testo, di cui si riporta il solo comma 1.
Con lo stesso provvedimento si invitano gli Enti Locali a provvedere, pur nella loro autonomia, al congelamento delle tariffe di competenza.… ... Leggi il resto

SEFIT10 spostato al 22 gennaio 2009 per evitare sovrapposizioni con sciopero

Federutility SEFIT ha reso noto che per prevenire possibili disagi nella partecipazione al Forum SEFIT10 – 2008, prima ipotizzato al 12 dicembre 2008, dovuti all’ipotizzato sciopero generale per la data prevista, è stata spostata la data del tradizionale incontro annuale al giovedì 22 GENNAIO 2009, con inizio alle ore 10.00 e termine alle ore 17.00, sempre a Roma, presso l’Aula Magna del Palazzo Confservizi CISPEL (2° piano interrato) in via Cavour 179/A. Il programma della manifestazione resta il medesimo ed è visionabile cliccando Conferenze SEFIT… ... Leggi il resto

Rinviato a Gennaio 2009 SEFIT10

Non succedeva da anni: SEFIT 10, l’annuale Forum della Federutility SEFIT, non si farà più a metà dicembre 2008. Con un asciutto comunicato la SEFIT ha fatto sapere che “A causa dell’ipotizzato sciopero generale del 12 dicembre p.v., l’incontro Sefitdieci 2008, programmato nello stesso giorno, sarà rimandato alla seconda metà di gennaio. Seguirà comunicazione con la nuova data.“. Non è l’unica novità: anche la commissione funeraria che si tiene ordinariamente il giorno prima dell’evento, è stata spostata in città del Nord Italia, per ridurre i possibili disagi per chi viaggia, connessi ad uno scipero che si ritiene creerà notevoli difficoltà, soprattutto per chi viaggia in treno o in aereo.… ... Leggi il resto

Ipotesi di un Documento di Principi Condivisi: non tutte le Federazioni ritengono possibile pervenirvi.

Le Federazioni del settore funerario da tempo erano alla ricerca di verificare se potessero trovarsi alcuni principi condivisi sulla base dei quali intervenire per modifiche normative nel settore, da tempo auspicate. Dopo una serie di incontri, non senza asperità , Federutility-SEFIT ritiene che si deve constatare come non vi siano le condizioni per proseguire in questa direzione, per la posizione assunta da FENIOF, aprioristicamente ostile ad ogni presenza delle aziende pubbliche. La Presidente della Commissione Funeraria FederUtility-SEFIT, Colla, ha dichiarato che “nessuno dei soggetti al tavolo può permettersi di dare lezioni di sincerità ad altri, specie dopo che non si accetta neppure la condanna delle pratiche illecite di acquisizione dei servizi funebri” e che “si deve constatare che la difficoltà in cui si dibatte il settore è data dalla debolezza, dalla polverizzazione dei soggetti privati e a questa non si risponde costruendo, ideologicamente, un qualche nemico esterno (evidentemente individuato nelle aziende pubbliche), ma attraverso processi di crescita imprenditoriale, che appaiono ben lontani dal costituire un obiettivo“, pur esprimendo l’avviso che “se, tra le Federazioni di settore presenti al tavolo, vi siano condivisioni, potrà con esse proseguirsi un dialogo“.… ... Leggi il resto

Le preoccupazioni di Federutility sulla riforma dei servizi pubblici locali

Federutility, conferma la propria preoccupazione circa il testo dell’emendamento del Governo, che potrebbe essere inserito nel decreto fiscale ‘liberalizzazione e concorrenza’, nella parte relativa ai Servizi Pubblici Locali. Secondo Roberto Bazzano, Presidente di Federutility: ”A nostro parere la riforma dei servizi pubblici locali non dovrebbe essere trattata con un Decreto Esecutivo da parte del Governo. Riteniamo infatti che lo strumento giuridico piu’ idoneo sia quello della Legge Delega. Tale strumento infatti consentirebbe una valutazione piu’ profonda e ragionata delle problematiche che riguardano il settore dei servizi pubblici.”… ... Leggi il resto

Passo decisivo alla Camera per la riforma dei servizi pubblici locali

In data 13 luglio 2008 le Commissioni Bilancio e Finanze della Camera che hanno all’esame il ddl di conversione del d.l.n. 112/2008, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria, hanno approvato un submendamento (23.011.64) all’emendamento del Governo (23.011) che ha introdotto l’art. 23 bis sui servizi pubblici locali di rilevanza economica.
Di seguito si riporta in testo a 2 colonne, a sinistra l’emendamento di partenza e a destra il testo approvato in sede referente, con indicate le variazioni rispetto al testo precedente.… ... Leggi il resto

DDL sulla liberalizzazione dei servizi pubblici locali

Di seguito si riporta un estratto dell’agenzia della REUTERS Italia del 18 giugno, con i contenuti del DDL sulla liberalizzazione dei servizi pubblici locali, nel testo come è entrato in Consiglio dei Ministri. Il Consiglio ha confermato l’impostazione della manovra, e non si ha notizia di modifiche di rilievo al testo, che è da considerare provvisorio. Fonte: Reuters

Il testo prevede “1. Il riordino della normativa nazionale che disciplina l’affidamento e la gestione dei servizi pubblici locali è disposto, al fine di favorire la più ampia diffusione dei principi di concorrenza, di libertà di stabilimento e di libera prestazione dei servizi di tutti gli operatori economici interessati alla gestione di servizi di interesse generale di rilevanza economica in ambito locale, nonché di garantire il diritto di tutti gli utenti alla universalità ed accessibilità dei servizi pubblici locali ed al livello essenziale delle prestazioni, ai sensi dell’articolo 117, comma secondo, lettere e) ed m) della Costituzione, assicurando un adeguato livello di tutela degli utenti, secondo i principi di sussidiarietà, proporzionalità e leale cooperazione.

... Leggi il resto

Servizi pubblici locali: cambiano i modelli di riferimento;sempre meno 'in house' e aziende speciali

Liberalizzati tutti i servizi pubblici locali: la loro gestione viene conferita mediante gara a societa’ di capitali o a societa’ a partecipazione mista pubblica e privata, nella quale il socio privato detenga pero’ una quota non inferiore al 30%. E’ comunque possibile il ricorso in house nei casi di fallimento di mercato ma i paletti aumentano: in questo caso, infatti, i titolari della gestione di servizi pubblici locali non affidati mediante procedure ad evidenza pubblica non possono esercitare ulteriori servizi ne’ partecipare a gare in altri ambiti territoriali.… ... Leggi il resto

Liberalizzazione dei servizi pubblici locali

“Il Governo si impegni gia’ nel documento che presentera’ mercoledi’ per la liberalizzazione dei servizi pubblici locali.” E’ la richiesta avanzata dalla Presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia. “Chiederemo che gia’ mercoledi’ nel documento presentato dal Governo ci sia una chiara scelta per liberalizzare tutto quello che rimane da liberalizzare – ha detto Marcegaglia – soprattutto nei servizi pubblici locali che per noi sono un elemento di inefficienza. Chiederemo che tutto cio’ che viene gestito dai Comuni ‘in house’, in casa, dall’acqua ai rifiuti, agli sfalci, venga assegnato attraverso delle aste”.… ... Leggi il resto

Cambia il Presidente di Federutility

Il 27 maggio 2008, a Roma, è stato eletto il nuovo presidente di Federutility, la federazione delle imprese di servizi pubblici locali che gestiscono gas, acqua, energia elettrica e servizi funerari.
Si tratta di Roberto Bazzano – eletto all”unanimita” durante l”Assemblea della federazione.
Prende il posto di Giuliano Zuccoli e di Mauro D”Ascenzi, che hanno guidato insieme la federazione dal giugno 2005, quando si fusero insieme le due storiche federazioni (Federgasacqua e Federenergia) titolari dei Ccnl nazionali del settore.… ... Leggi il resto

Polemica per una intervista di Pezzino

La redazione del sito bolognese http://lastefani.it, un settimanale on line, ha incentrato l’argomento di una propria inchiesta settimanale sulla cremazione e l’occasione è stata buona per intervistare anche Carmelo Pezzino, il Direttore del mensile Oltre Magazine.
L’intera intervista, ma anche i links al servizio sulla cremazione, si possono reperire qui.
Nell’intervista della redazione, a firma di Francesco Monti, alla domanda specifica “Come giudica la situazione di molti ospedali italiani, in cui le imprese di pompe funebri si avvicinano ai potenziali ‘clienti’ con modalità che rasentano lo sciacallaggio?... Leggi il resto