Il giardino del ricordo al cimitero di Lambrate (Milano)

Di seguito si riportano alcune immagini del giardino del ricordo al cimietro di Lambrate a Milano, dove avviene la dispersione delle ceneri.

Milano ric0Localizzazione del giardino del ricordo

Milano ric2

Milano ric6Milano ric3

Sopra il progetto. Sotto la realizzazione

Milano ric1 Luoghi di dispersione

Milano ric10 La dispersione

Written by:

@ Redazione

9.127 Posts

View All Posts
Follow Me :

25 thoughts on “Il giardino del ricordo al cimitero di Lambrate (Milano)

  1. È possibile effettuare l’estumulazione anche se le ceneri sono negli ossari e disperdere le ceneri di mia mamma presso il giardino del ricordo?

    1. X Marzia,

      dipende, purtroppo, dalla variabilità imprevedibile ormai, della normazione locale. Ci sono nemmeno più Regioni, bensì addirittura singoli Comuni che adottano “politiche” regolamentari e filosofie giuridiche del tutto differenti. In teoria, l’unica forma di atipica dispersione ceneri, sempre ammessa d’ufficio e praticata di default per servizio istituzionale è quella in CINERARIO COMUNE. Sversare, invece, il contenuto dell’urna nel giardino delle rimembranze/ricordo, secondo alcuni glossatori della materia funeraria, dovrebbe necessariamente presupporre una volontà inequivocabile del de cuius, ossia, nel caso concreto di Sua madre. Quindi, la soluzione ideale sarebbe rinvenire…”postuma” una volontà scritta e, quindi, inoppugnabile in tal senso. E’, però, altamente improbabile che Sua mamma abbia lasciato una simile disposizione testamentaria scritta; semmai anche un solo desiderio espresso verbalmente e solennemente dichiarato tale, nelle forma previste dalla Legge, da parte dei più stretti congiunti del de cuius, potrebbe divenire il mezzo di prova decisivo perchè il volere di Sua madre sia rispettato, sempre che effettivamente la persona oggi scomparsa avesse davvero voluto davvero disporre così delle proprie risultanti ceneri. In Italia la dispersione, anche entro il recinto cimiteriale, comporta pur sempre profili di natura penale, ecco perchè, in qualche modo, l’ordinamento detti una particolare procedura aggravata, proprio a garanzia della devozione che tutti dovremmo avere verso i nostri cari defunti.

    2. sì, soprattutto se l’ossario è sito in un cimitero di Milano è possibile. bisogna fare una richiesta di estumulazione straordinaria (se l’ossario non è in scadenza si definisce così) per dispersione al Giardino del ricordo. il costo dell’estumulazione se singola è una bolletta comunale di circa 240 euro, l’autorizzazione alla dispersione e la dispersione al giardino del ricordo circa 120 + marche da bollo che dovrebbero essere almeno 2.
      A milano la documentazione per cremazione affido e dispersione è più snella rispetto a quella di altri comuni, si dichiara la volontà di disperdere e basta. non ci sono grandi impedimenti da parte del comune.
      ho un’impresa funebre a milano, questo tipo di operazioni vengono fatte abbastanza spesso (così come la rinuncia all’ossario per affido o il contrario, rinuncia a tenerle in casa per tumulare in cimitero).
      Si rivolga all’impresa che l’ha seguita per il servizio funebre, sapranno consigliarla al meglio.
      Una buona giornata.

  2. vado almeno una volata al mese al giardino del ricordo ma devo segnalare che ultimamente la manutenzione e’ parecchio scarsa nelle aiuole dove si spargono le ceneri sembra tutto sporco e lasciato andare ricordo che abbiamo pagato profumatamente per questa scelta e quindi un controllo maggiore di chi e’ responsabile ad esempio per tuttu la primavera estate era impossibile soffermarsi presso le aiuole perche c’erano sciami di zanzare a non finire non c’e’ stata disinfestazione grazie

  3. Ho sparso le ceneri di mio marito nel Giardino del Ricordo di del Cimitero di Lambrate ma oggi quando sono andata a trovarlo mi è sembrato un poco trascurato.Ho provato una grande tristezza e mille rimorsi!Credo che quel luogo dovrebbe essere più curato per rispetto a chi a scelta di tornare alla natura perché l amava molto!

  4. una volta disperse le ceneri rimangono nel terreno?
    Non ci sono pericoli di contaminazione?
    Si tratta cmq di “rifiuti” speciali, si possono disperdere nel terreno?

    1. X Francesca,

      Fatta salva l’alquanto remota ed irrealistica ipotesi di contaminazione con nuclidi radioattivi (nel qual caso si segue la normativa specifica EURATOM sulle radiazioni ionizzanti) gli esiti da completa cremazione di un feretro cioè…le CENERI altro non sono se non frammenti di ossa calcinate e poi polverizzati, trattasi di polvere finissima, composta da minerali, per cui siamo dinnanzi a materiale inerte, innocuo, proprio perchè inorganico.

      Le ceneri di un defunto NON sono mai banali…”rifiuti speciali”, poichè ricevono pur sempre tutela penale (!). Le ceneri possono tranquillamente esser sversate nel terreno, attenzione però, una loro alta concentrazione in un’area ridotta potrebbe anche bruciare l’eventuale manto erboso. Una volta assorbite dalla terra, esse rientrano pienamente nel perpetuo ciclo della natura.

  5. OGGI ABBIAMO DISPERSO LE CENERI DI NOSTRA MAMMA PRESSO IL GIARDINO DEL RICORDO A LAMBRATE.SAPETE DIRMI SE E’ UN LUOGO SACRO?
    LA CHIESA LO CONSIDERA ADATTO?

    1. X Giuliana,

      il giardino delle rimembranze è un’area entro il perimetro cimiteriale, dunque si tratta di terra comunque consacrata.
      Per la dispersione in genere la Chiesa Cattolica ha una posizione molto critica, si veda la recente istruzione “Ad Resurgendum Cum Christo” in cui si depreca con toni più o meno sfumati questa pratica funebre, specie se in natura, all’aperto, per non ingenerare false credenze panteistiche. Sin qui le norme canoniche.
      Le ceneri dovrebbero quindi esser preferibilmente solo tumulate (= sepolcro privato).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.