TAR Toscana, Sez. III, 19 ottobre 2020, n. 1228

TAR Toscana, Sez. III, 19 ottobre 2020, n. 1228 Pubblicato il 19/10/2020 N. 01228/2020 REG.PROV.COLL. N. 00203/2010 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Toscana (Sezione Terza) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso numero di registro generale 203 del 2010, integrato da motivi aggiunti, proposto da Istituto Ellenico di Studi Bizantini e Postbizantini di Venezia, in persona del legale rappresentante pro tempore, rappresentato e difeso dagli avvocati

TAR Lazio, Roma, Sez. II-ter, 8 marzo 2019, n. 3079

TAR Lazio, Roma, Sez. II-ter, 8 marzo 2019, n. 3079 MASSIMA TAR Lazio, Roma, Sez. II-ter, 8 marzo 2019, n. 3079 Non sussiste la giurisdizione amministrativa, bensì quella ordinaria, allorquando il petitum sostanziale abbia riguardo all’accertamento della sussistenza dello ius sepulcri e/o all’accertamento della possibile consumazione della natura gentilizia del sepolcro e sua trasformazione in sepolcro ereditario. NORME CORRELATE Art. 93 dPR 10/9/1990, n. 285 Pubblicato il 08/03/2019 N. 03079/2019 REG.PROV.COLL. N. 09209/2018 REG.RIC. REPUBBLICA

Tribunale Velletri, Sez. I, 1° marzo 2019, n. 391

Tribunale Velletri, Sez. I, 1° marzo 2019, n. 391 MASSIMA Tribunale Velletri, Sez. I, 1° marzo 2019, n. 391 Il diritto dei congiunti di disporre per la destinazione della salma, in assenza di un’espressa volontà testamentaria del defunto, è individuabile nei familiari, con prevalenza dello ius coniugii sullo ius sanguinis e di questo sullo ius successionis. Tale diritto trova fondamento in consuetudine conforme al sentimento comune e alle esigenze di culto e di pietas verso

Manutenzione di cimiteri nella Legge di bilancio e proroghe di termini

La Legge di bilancio (L. 27/12/2017, n. 205), in due evenienze prevede l’assunzione di spese per cimiteri, in un caso per la ristrutturazione, la manutenzione e la guardiania del cimitero italiano di Hammangi nella città di Tripoli in Libia, nell’altro per la gestione e la manutenzione, al cimitero delle vittime del Vajont, dichiarato monumento nazionale con dPR 2/10/2003, Inoltre, se fosse divenuta ormai “tradizione” l’emanazione a fine anno di un D.-L. denominato “mille proroghe”, nell’occasione

Quesito pubblicato su ISF2015/4-c

Il Comune …, sito in Lombardia, ha programmato alcune esumazioni da due tombe che, agli occhi dei profani, appaiono di valore artistico. Della prima la data di sepoltura del defunto risale al 1918, dell’altra le date di sepoltura delle tre salme ivi inumate risalgono al 1916, 1926 e 1927. Secondo il responsabile del cimitero le suddette tombe potrebbero ricevere la tutela di cui all’art. 11 del D.Lgs. 42/ 2004, previo però riconoscimento del valore artistico

Consiglio di Stato, Sez. V, 26 settembre 2014, n. 4831

Testo completo: Consiglio di Stato, Sez. V, 26 settembre 2014, n. 4831 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quinta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul ricorso in appello numero di registro generale 923 del 2014, proposto dal signor Felice Varriale, rappresentato e difeso dagli avvocati Enrico Soprano ed Anna Ventimiglia, con domicilio eletto presso l’avvocato Enrico Soprano in Roma, via degli Avignonesi n. 5; contro Comune

Tribunale regionale di giustizia amministrativa, Trento, Sez. Unica, 7 giugno 2012, n. 181

Norme correlate: Legge n. 130/2001 Capo 10 Decreto Presidente Repubblica n. 285/1990 Capo 16 Decreto Presidente Repubblica n. 285/1990 Art 343 Regio Decreto n. 1265/1934 Art 21 Decreto Legislativo n. 152/1999 Decreto Presidente Repubblica n. 254/2003 Tab Decreto Ministeriale n. 142/2000 Art 3 Decreto Legislativo n. 285/1992 Testo completo: Tribunale regionale di giustizia amministrativa, Trento, Sez. Unica, 7 giugno 2012, n. 181 Il Tribunale Regionale di Giustizia Amministrativa di Trento(Sezione Unica) ha pronunciato la presente

TAR Veneto, Sez. III, 11 dicembre 2007, n. 3940

Testo completo: TAR Veneto, Sez. III, 11 dicembre 2007, n. 3940 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Veneto, terza Sezione, con l’intervento dei signori magistrati: Angelo De Zotti, Presidente Rita De Piero , Consigliere Marco Morgantini, Referendario, relatore ha pronunciato la seguente SENTENZA sul ricorso n. 2118/2006, proposto da AVANZI DEMI e VIGNON LOLA, rappresentate e difese dall’avv.to Tezza Maria Luisa con elezione di domicilio presso lo studio

Quesito pubblicato su ISF2007/3-e

L’amministrazione comunale di … deve eseguire dei lavori di restauro di una chiesa dove è sepolta la salma di un famoso artista. Per l’esecuzione dei lavori si rende necessario esumare la salma e recuperare i resti per tumularli in un sarcofago di granito all’interno della chiesa (operazione necessaria in quanto nel tumulo contenente la salma vi sono grosse infiltrazioni d’acqua per via di una falda acquifera emersa negli ultimi anni). Il defunto ha in vita

Quesito pubblicato su ISF2001/3-s

Nel caso di modifica strutturale di una tomba concessa a tempo indeterminato che comporti la riduzione dei posti indicati nell’atto di concessione (ad esempio da 16 posti ad 8 per adeguamento alla normativa) si deve rifare l’atto di concessione e, di conseguenza, portare la concessione ad una durata limitata? Risposta: Mi parrebbe proprio di si, dal momento che venendo a mutare il fine per cui il sepolcro è stato, a suo tempo, eretto, si dovrebbe

Load More