Cambia il Presidente di Federutility

Il 27 maggio 2008, a Roma, è stato eletto il nuovo presidente di Federutility, la federazione delle imprese di servizi pubblici locali che gestiscono gas, acqua, energia elettrica e servizi funerari.
Si tratta di Roberto Bazzano – eletto all”unanimita” durante l”Assemblea della federazione.
Prende il posto di Giuliano Zuccoli e di Mauro D”Ascenzi, che hanno guidato insieme la federazione dal giugno 2005, quando si fusero insieme le due storiche federazioni (Federgasacqua e Federenergia) titolari dei Ccnl nazionali del settore.
Roberto Bazzano, 64 anni, ingegnere, ha guidato l”AMGA (Azienda Municipalizzata Gas e Acqua) di Genova, come direttore generale fin dal 1980 accompagnandone – successivamente come amministratore delegato – i passaggi piu” importanti, come la trasformazione in Spa, la quotazione a Piazza Affari (la prima municipalizzata approdata in Borsa) e le fasi di fusione con AEM di Torino per arrivare ad IRIDE spa, la holding di cui oggi e” presidente.
Gia” membro dal 2005 del Consiglio Direttivo e del Comitato di Presidenza di Federutility – oltre che di importanti associazioni europee dei settori idrico ed energetico – Bazzano si trovera” per un mandato di 3 anni a rappresentare le 485 associate alla federazione.
Sara” un incarico impegnativo, considerando gli appuntamenti che attendono il settore. Infatti, oltre ad una generale riforma dei servizi pubblici locali (DDL Lanzillotta) che ora giace in Parlamento, le aziende stanno affrontando numerosi passaggi normativi delicati, in materia di privatizzazioni e liberalizzazioni.
“Non siamo mai stati contrari al mercato – afferma il neo presidente Bazzano – le nostre aziende, pero”, auspicano un”apertura effettiva della concorrenza dove le possano crescere e far valere le proprie capacita”, in un quadro normativo uguale per tutti e non discriminante. Insomma, senza premi, ma anche senza penalizzazioni”.
L”assemblea di Federutility ha eletto anche il nuovo direttivo, composto di 40 persone e modificato lo statuto.
A metà giugno il direttivo di riunirà per la nomina della Giunta esecutiva (12 unità, compresi i vice presidenti).
Tra le novità più rilevanti per il settore funerario vi è l”abbandono del progetto di scorporo del settore per parlo confluire assieme a quello farmaceutico in Assofarm.
Ora, con una apposita variazione dello statuto approvata il 27 maggio 2008, anche i servizi funerari sono stati inseriti esplicitamente tra quelli rappresentati da Federutility.
Si segnala inoltre che è stata nominata nel direttivo Paola Colla, assessore del Comune di Parma, su indicazione di diverse aziende del settore funerario, che intendevano chiedere apertamente una rappresentanza politica all”interno del direttivo di Federutility di chi conosce da dentro il settore funebre e cimiteriale.
Dopo la nomina di Presidente e direttivo di federutility, a cascata verranno rinnovati per un triennio tutti i vertici della federazione e dei comitati di settore, tra i quali l”esecutivo SEFIT e la commissione nazionale funeraria.

Written by:

@ Redazione

9.101 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.