E se la camera mortuaria non ci fosse?

Cara Redazione,

Dopo la terribile esperienza della pandemia con i suoi eccezionali picchi di mortalità, in determinate zone d’Italia, dato atto che la scelta della cremazione è sempre di più richiesta, mentre, purtroppo i tempi di attesa per i forni crematori, anche in periodi non emergenziali, sono diventati routine, provo a sviluppare una riflessione banale: in caso di mancanza di camera mortuaria presso il cimitero (il nostro è un piccolo comune…) è possibile tenere in giacenza presso il magazzino dell’impresa di pompe funebri il cadavere in attesa di essere cremato?
Nel caso ciò non sia ammissibile, per ovviare alla mancanza della camera mortuaria, posso depositarlo, provvisoriamente, in un colombaro di proprietà comunale?


In nessun caso, il feretro può essere conservato, neppure temporaneamente, in luogo diverso dal deposito di osservazione (prima del trasporto) o dalla camera mortuaria del cimitero, dopo la conclusione del funerale. (sono strutture distinte).

Diciamo che ogni cimitero dovrebbe disporre di una camera mortuaria (art. 64 D.P.R. n 285/1990; qualcuno può’ ricordare come la corrispondente norma del D.P.R. N.803/1975 prevedesse il caso in cui i Comuni non disponessero ‘ancora’ di camera mortuaria …, dove il saggio Legislatore dell’epoca, con il vocabolo “ancora” teneva conto di un precetto già in vegente: l’obbligo della camera mortuaria in ogni cimitero era, infatti, sorto con il R.D. n.1880/1942).

Ma poiché’ tra il dire e il fare … come si suole dire, può’ senz’altro reputarsi pienamente legittima, l’ultima soluzione prospettata, fermo restando che il tumulo, ancorché temporaneo, va comunque tamponato e murato, solo, successivamente, passata la buriana, sarà autorizzata l’estumulazione prima della scadenza (e, in ogni caso, previo pagamento della fruizione di tale sepolcro privato, oltre che gli oneri previsti per la tumulazione e per l’estumulazione, prima del naturale estinguersi del rapporto concessorio. (a volte, denominata, impropriamente, come straordinaria).

Autori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.