Funerale alla cultura

Due bare nere per la Liberta’ e la Cultura e lo striscione ”Oggi in lutto sempre in lotta” sono state portate a spalla, da studenti-becchini in giacca e cravatta nera, nel corteo-funerale organizzato dagli studenti universitari ”per la morte della scuola e dell’Universita’ pubblica”. Alla manifestazione, da via Balbi a piazza De Ferrari, hanno preso parte circa duemila persone. Gli organizzatori hanno curato ogni dettaglio: oltre agli otto necrofori, i due feretri sono accompagnati da sei ”chirichetti” con un turibolo di cartone. Numerose ragazze hanno indossato veletta e camicie di pizzo nere. Uno studente di Lettere ha preparato anche un elogio funebre che e’ stato letto all’inizio ”alla dolente universita’ sepolta viva e urlante nelle profondita’ dell’ignoranza”. A fare da colonna sonora anche un Requiem. Tra battute goliardiche gli studenti hanno fatto diverse foto al feretro posteggiato nel cortile interno dell’universita’ accanto ai cartelli dei necrologi appesi in giro in mattinata. All’uscita della bara c’e’ stato un lungo applauso. Tra la folla ci sono studenti di tutte le facolta’. I feretri sono stati confezionati da quelli di Lettere e architettura.

Written by:

@ Redazione

9.127 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.