TG.fun su norme di salvaguardia monumentale e cimiteri

E’ on line il TG.fun del 21 ottobre 2015, il videoquindicinale trasmesso da www.funerali.org.
Poco più di cinque minuti dedicati ad un tema di interesse del settore funebre o cimiteriale italiano
, con analisi e risposte a domande di un nostro esperto.
Questa puntata del nostro TG funerario d’approfondimento riguarda le norme di salvaguardia di tombe di interesse storico artistico e dei monumenti contenuti nei cimiteri.
Il D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42 e s.m.i. concerne il "Codice dei beni culturali e del paesaggio".
I i cimiteri, in effetti, presentano, frequentemente, caratteristiche di monumentalità, e di valenza storico-artistica, tale da ricondurli spesso nell’ambito di applicazione delle disposizioni del "Codice".
Se non è ancora stato adottato il piano cimiteriale, secondo i nuovi parametri dettati dalle più evolute normative regionali, per l’individuazione delle aree storiche, e sussistono fondati motivi per ritenere che una tomba presenti necessità di tutela monumentale, occorre segnalare la situazione alla locale Soprintendenza, chiedendone un pronunciamento circa la tutela.
Ove la proprietà del soprassuolo per gli elementi fabbricati o del sottosuolo (se la tomba è ipogea) non sia pubblica ma privata, la protezione non è automatica, perché deve intervenire un decreto di tutela della Soprintendenza su un bene privato e quindi sono i concessionari (che hanno la proprietà del bene ex Art. 63 D.P.R n.285/1990) ad essere interessati al vincolo sul sepolcro (eventualmente posto dalla Soprintendenza).
In via cautelativa la tomba (potendosi, nel frattempo, eseguire le ordinarie operazioni cimiteriali) deve essere dispensata da azioni demolitorie fino a quando la Soprintendenza si sia espressa, se è passato un periodo di tempo superiore ad almeno cinquant’anni.

Per chi volesse vedere i TG.fun precedenti basta cliccare su TG.fun

Autori

Written by:

D F

8.429 Posts

View All Posts
Follow Me :