Quesito pubblicato su ISF2017/2-d

La regione Calabria è una delle pochissime regioni che non ha adottato una propria legislazione in campo funerario. Se quindi un nostro associato Socrem decidesse per la dispersione ceneri o l’affido familiare, entrambi non potrebbero essere autorizzati (e l’urna dovrebbe rimanere custodita nel locale cimitero fino alla approvazione di precisa legge regionale). O esiste altro modo per ovviare a tale carenza? Non essendoci tale legge non sono nemmeno sorti, nei vari cimiteri calabresi, né giardini del ricordo, né cinerari comuni.
Come associazione potremmo richiedere al Comune l’assegnazione di un’area all’interno del cimitero in cui realizzare e gestire questi servizi?

Risposta:
In merito all’affido decide il Comune nel quale l’urna deve essere affidata (nella casa dell’affidatario, con le cautele previste per evitare che l’urna sia sottratta, ecc.)
Questo è possibile anche in assenza di legge regionale:
– se il Comune ha già adottato un regolamento comunale in proposito che lo consente;
– su semplice autorizzazione senza nessun regolamento.
Il D.P.R. 24/02/2004 prende atto e diffonde un parere del Consiglio di Stato su un ricorso straordinario al Presidente della Repubblica proprio per questo caso.
In merito invece alla dispersione delle ceneri, questa non è ammessa nel territorio della regione Calabria, pertanto l’unica soluzione è che la dispersione avvenga in territorio di una regione che lo consenta.
L’interessato potrebbe però ovviare al problema scegliendo:
– o che l’urna venga affidata ad un familiare,
– o che l’urna sia tumulata in cimitero (soluzione più sicura),
finché la norma non consenta la dispersione anche in Calabria (indicando dove vuole siano disperse le sue ceneri).
Ovviamente, non essendo con-sentita la dispersione nel territorio regionale, non si può avere in concessione un’area dentro un cimitero per disperdervi poi le ceneri (sia o meno l’associazione a realizzarlo).
L’associazione può solo chiedere, in base alla norma del D.P.R. 285/1990, di avere un’area su cui costruire nicchie cinerarie riservate ai propri associati.

Norme correlate:
D.P.R. 285/1990

Parole chiave:
Quesiti, dispersione ceneri, affido familiare, Regolamento comunale

Written by:

Elisa B
View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.