HomePolizia mortuariaLa legittimità del diritto fisso sulle autorizzazioni al trasporto funebre: esperienze regionali.

Commenti

La legittimità del diritto fisso sulle autorizzazioni al trasporto funebre: esperienze regionali. — 1 commento

  1. la vogliamo ( autorizzazione al trasporto) paragonare al rilascio di un permesso a costruire??
    ASSOLUTAMENTE NON è accettabile !!!
    per il rilascio di un permesso a costruire l’istruttoria è almeno 10 volte piu’ impegnativa e occupa molte piu ore di lavoro per un dipendete comunale.
    il rilascio di un autorizzazione al trasporto salma occupa dai 10 ai 20 minuti di lavoro e anche meno con i nuovi programmi in possesso degli uffici di stato civile.
    infatti oggi si possono tranquillamente inviare le vari comunicazioni (inps-comune di nascita-comune di residenza-ecc) via p.e.c senza dover perdere tempo ad imbustare ed inviare via posta ordinaria le comunicazioni. una volta avuto in posseso la documentazione che permette di redigere un atto di morte e quindi poi il successivo permesso di seppelimento e autorizzazione al trasporto in comune o fuori comune, il tempo necessario non supera i 20 minuti.
    affermo questo in quanto ex dipendente di stato civile. ( io ci mettevo 14 minuti in totale con invio anche di tutte le comunicazioni). ora si tratterebbe di quantizzare i mie 14 minuti di lavoro??? ma non certo piu’ di trenta euro visto il mio stipendio. quindi è solo un modo di estorcere soldi al privato cittadino e poi parlano di raket del caro istinto mahh !! HO sentito di comuni che hanno tariffato con istituzione del consiglio comunale tariffe per il rilascio della autorizzazione al trasporto fuori comune superiore ai 150 euro. ASSURDO assurdo assurdo
    saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.