Segretario CEI: si a cremazione. Le ceneri nei cimiteri

“L’ammissione della cremazione non e’ in discussione, ma con un’attenzione che sara’ tenuta ferma: non assecondare quella mentalita’ che lascia pensare che cremandosi un corpo va nel nulla”. Il segretario generale della Cei, mons. Mariano Crociata, anticipa cosi’ le riserve dei vescovi italiani sulla pratica della dispersione delle ceneri.
“La cremazione – spiega in riferimento al nuovo rito delle esequie attualmente in discussione da parte dei vescovi riuniti ad Assisi – si ammette nella convinzione che come la Chiesa celebra e canta, ‘questa mia carne risorgera”, anche se subito o in un processo di naturale dissoluzione prende la forma di cenere”. I vescovi, rileva Crociata, ritengono che si debba attirare l’attenzione sul significato della morte, mentre si assiste oggi alla sua rimozione da un lato e alla sua spettacolarizzazione dall’altro, come affermazione di se’ perfino nella morte. Una mentalita’ che sfocia in due estremi e che necessita’ di una mediazione: e’ triste non sapersi rapportare in maniera consapevole e positiva con l’unica cosa certa della vita”. Per la Chiesa, ricorda il presule, “la Luce della Fede sulla morte deve portare a vivere con responsabilita’ questa vita”. In questo senso, aggiunge, “l’attualizzazione del rito delle esequie e’ un fatto importante e ci ricorda che bisogna celebrare in maniera significativa questo rito che ha bisogno di essere accompagnato e seguito dalla catechesi”.

Written by:

@ Redazione

9.127 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.