Monta la protesta dei fossori parigini per le condizioni di lavoro

ImageA Parigi gli operai cimiteriali stanno mettendo in atto una serie di proteste sindacali per poter veder riconosciuto il proprio lavoro come disagiato (e quindi andare in pensione prima di altri) e avere una indennità per le esumazioni che vannao a fare.

L’ingresso del Pere Lachaise, cimitero storico di Parigi dove riposano per l’eternità Chopin e Oscar Wilde, Moliere e La Fontaine, è rimasto bloccato alcune ore, con una fila di carri funebri in attesa davanti al cancello chiuso e famiglie a dir poco inviperite.

L’agitazione sindacale non è ritenuta corretta dal Comune, che ha inviato sul posto la polizia e gli agenti hanno allontanato i manifestanti sotto gli occhi delle persone in lutto. Alle fine, via libera alle sepolture, ma con diverse ore di ritardo. “Siamo molto dispiaciuti di bloccare così il cimitero”, ha commentato il sindacalista Jules Lavanier. “Capiamo il disagio che abbiamo causato alle famiglie in un momento doloroso e ci siamo scusati con loro. Ma era il solo modo per farci ascoltare”, ha aggiunto.

Tra le rivendicazioni sindacali vi è anche la riduzione dell’orario di lavoro (almeno un’ora e mezza in meno al giorno) e una rivalutazione dello stipendio, che si aggira intorno ai 1.200 euro netti al mese. “Facciamo un lavoro difficile, fisicamente e moralmente”, aggiunge il responsabile sindacale. La protesta dei fossori parigini si è estesa rapidamente ai 20 cimiteri della capitale. I funerali si svolgono sotto sorveglianza e un camioncino della polizia staziona sempre davanti al Pere Lachaise e al cimitero di Montparnasse. La reazione del Comune è stata dura: le azioni dei fossori parigini “non solo sono illegali, ma anche scandalose. Non è possibile prendere in ostaggio le famiglie in un momento di dolore”.

Autori

Written by:

7.951 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.