Messina: un progetto per promuovere il cimitero monumentale

Il Progetto Open Source “#MaiPiùScempi”, di Marco Bellantone e Gabriele Ferrante, ha scelto come location per il suo terzo appuntamento, dopo i filmati realizzati all’Ex Ospedale Margherita e all’ex Sanderson, il cimitero monumentale di Messina, un’area pari a ventidue ettari in cui si alternano opere architettoniche, scultoree e giardini di grande pregio, testimonianze di stili che vanno dal neoclassico, al neogotico, fino al liberty.
Fra gli illustri sepolti si ritrova qui tutto il gotha degli esponenti più famosi del messinese: Gaetano Martino, Felice Bisazza, Tommaso Cannizzaro, Giacomo Natoli.
Il cimitero, le cui origini risalgono al 1854 mentre l’inaugurazione ha avuto luogo nel 1872, è stato anche prescelto come location di un film horror – Cruel Peter di Christian Bisceglia.
Il tour ha inizio dal Famedio, inaugurato il 27 marzo del 1872, su progetto di Leone Savoja, proseguendo nella particolare area denominata Cimitero degli Inglesi, concessa dal re Ferdinando IV ai marinai giunti in Sicilia in aiuto dei Borboni, contro i francesi di Napoleone.
Dopo le guerre napoleoniche, alle famiglie di civili inglesi ivi ospitate, si aggiunsero anche le famiglie di mercanti tedeschi, svizzeri, danesi, greci e russi, residenti a Messina fino al disastroso terremoto del 1908.
Il cimitero venne persino visitato dai reali inglesi – re Giorgio V e la regina Mary – il 5 aprile 1925.
L’iniziativa ha lo scopo di promuovere le bellezze di quello che è a tutti gli effetti un vero e proprio museo all’aperto, corredato da essenze arboree e giardini riconducibili ad un curatissimo parco urbano.

Autori

Written by:

7.903 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.