HomeCimiteriCon quale criterio ” flessibile” ed intelligente individuare il completamento della capienza in un tumulo?

Commenti

Con quale criterio ” flessibile” ed intelligente individuare il completamento della capienza in un tumulo? — 7 commenti

  1. Buongiorno,
    vorrei un chiarimento in merito al pagamento di una concessione e tumulazione.
    E’ morto mio marito e la concessione con la tumulazione viene pagata da mio nipote con il conto corrente della sua ditta individuale. Possono gli uffici dei servizi cimiteriali farmi problemi perche’ il pagamento lo fa una ditta?
    le spese funebri devono essere per forza sostenute da un privato?

    • x Maria
      la concessione deve essere intestata ad una persona fisica. Ad es. Lei. Non può essere intestata ad una ditta. E il pagamento deve essere fatto dall’intestatario, nel nostro esempio Lei.
      Per cui la ditta di suo nipote verserà la somma a Lei e poi Lei pagherà il Comune. Resta però il problema di giustificare da parte della ditta il motivo di questa erogazione liberale. Ma sono problemi del commercialista della ditta.

        • x Maria
          il concerto di cui agli artt. 90 e 93 del DPR 10/9/1990 n. 285
          90. 1. Il comune può concedere a privati e ad enti l’uso di aree per la costruzione di sepolture a
          sistema di tumulazione individuale, per famiglie e collettività.
          93. 1. Il diritto di uso delle sepolture private concesse a persone fisiche è riservato alle persone dei
          concessionari e dei loro familiari; di quelle concesse ad enti è riservato alle persone contemplate dal
          relativo ordinamento e dall’atto di concessione. In ogni caso, tale diritto si esercita fino al
          completamento della capienza del sepolcro.

          Per cui è ammesso solo la concessioni a privati, persone fisiche, oppure a enti (senza scopo di lucro). Ma la ditta è ordinariamente con scopo di lucro e in ogni caso è una persona giuridica.

  2. X Ufficio di Polizia Mortuaria,
    Ai sensi dell’art. 76 comma 1 del regolamento nazionale di polizia mortuaria, integrato, poi, dal paragrafo 13.1 sub) 1 della Circ. Min. Sanità 24 giugno 1993 n. 24 in ogni cella sepolcrale deve esser tumulato uno ed un solo feretro, ma anche più cassette ossario o urne cinerarie (sia o meno già presente una bara) sino alla naturale saturazione dello spazio sepolcrale, oltre la quale lo jus sepulchri spira ex se, divenendo non più esercitabile (Art. 93 comma 1 II periodo D.P.R. 10 settembre 1990 n. 285)
    Vi sono regolamenti o leggi regionali che, per dilatare positivamente la capacità fisica e recettiva di un tumulo, ammettono assieme ad un feretro anche la tumulazione di contenitori per resti mortali (così come definiti dall’art. 3 comma 1 lett. b) D.P.R. 15 luglio 2003 n. 254), dette casse sono comunemente dette, in gergo necroforese: “sogliole”. Per approfondimenti su questi aspetti si veda questo link:

    https://www.funerali.org/cimiteri/resti-mortali-il-problema-irrisolto-dei-feretri-a-sogliola-7215.html

  3. X Fabiola,

    laddove debba costituirsi rapporto concessorio, attraverso la stipula del regolare atto di concessione (art. 98 D.P.R. 10 settembre 1990 n. 285) affinchè una persona fisica o giuridica possa divenir titolare di uno spazio sepolcrale privato (sepolcri PRIVATI nei cimiteri ex Capo XVIII D.P.R. n. 285/1990) quindi diverso dall’inumazione in campo comune di terra, si adotta la stessa procedura come se si dovesse provvedere alla concessione di edificio funerario o sua porzione (es. loculi monoposto, nicchie cinerarie, ossarini, cappelle gentilizie…).

    Tutte le tumulazioni, quale ne sia tipologia costruttiva (epigee o ipogee) e la durata si configurano sempre come sepolcri PRIVATI nei cimiteri e necessitano, per un loro uso legittimo, di un atto concessorio.

    Anche le inumazioni, se non in campo comune di terra, ma in apposito campetto dato in concessione integrano sempre questa fattispecie di sepolcro privato e dedicato.

    Su natura e forma dell’atto concessorio si veda, per maggiori delucidazioni questo link: https://www.funerali.org/cimiteri/il-problema-concessione-cimiteriale-in-dottrina-e-giurisprudenza-natura-e-forma-dellatto-46976.html

  4. Sembra sia prassi tumulare più bare nello stesso loculo. Ma è possibile per legge procedere in tal senso? Qualora la risposta fosse affermativa quale legge lo prevede?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

HTML tags allowed in your comment: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>