Camorra e pompe funebri

I carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna (Napoli) hanno arrestato alcuni presunti affiliati al clan camorristico dei Foria, attivo nell’hinterland napoletano. Le ordinanze di custodia in carcere sono state emesse dal Gip di Napoli su richiesta dalla Direzione Distrettuale Antimafia partenopea, sulla base di un’indagine dei carabinieri relativa a estorsioni commesse ai danni di imprenditori nel settore dei servizi funebri. Era con intimidazioni e minacce, sostenute dalla forza del nome del clan, che veniva imposto a ditte concorrenti nei servizi funebri, per tutti i funerali celebrati nei comuni di Pomigliano d’Arco e Casalnuovo di Napoli, di utilizzare i veicoli e le bare della ‘Pomilia srl’, ditta amministrata dal gruppo criminale. Tre gli arrestati, che dovranno rispondere di estorsione aggravata dalle modalità mafiose. Si tratta di Giovanni Foria, 52 anni, di Pomigliano d’Arco, già noto alle forze dell’ordine, Vincenzo Foria, di 74 anni, e Rocco Piccolo, di 47, presidente del consiglio d’amministrazione dell’impresa. Tutti e tre sono originari di Pomigliano D’Arco.I carabinieri hanno anche sottoposto a sequestro preventivo l’impresa di servizi funebri ‘Pomilia srl’,e inoltre capitali, mobili e immobili, ad essi riconducibili.

Autori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.