HomeCremazioneIl giardino del ricordo al cimitero di Lambrate (Milano)

Commenti

Il giardino del ricordo al cimitero di Lambrate (Milano) — 9 commenti

  1. Vorrei sapere cosa si deve fare per poter disperdere le mie ceneri nel giardino del ricordo, al momento della mia morte. Grazie. Sto scrivendo con un tablet di un mio amico

    • X Pietro,

      Qui ci muoviamo in un terreno minato e la stessa certezza del diritto riesce sempre più sfocata e periclitante. La polizia mortuaria, purtroppo – a d oggi, presenta un assetto ad arlecchino disarticolato su base territoriale.

      Molto, difatti, dipende dalla legislazione regionale in materia di polizia mortuaria, sulla manifestazione della volontà dispersionista, in Lombardia, ad esempio, è richiesta unicamente una disposizione scritta da parte del de cuius, altrimenti, stante i profili di natura penale che la dispersione ceneri implica (art. 411 comma 1 Cod. Penale) non v’è procedibilità, per difetto assoluto di presupposto, mancherebbe infatti l’elemento fondamentale della certezza dell’atto volitivo. Questa electio sepulchri così estrema, atipica ed irreversibile è pertanto di esclusiva eleggibilità da parte del de cuius stesso.

      La soluzione più collaudata e sicura è una disposizione di ultima volontà, attraverso le tre forme assunte della scheda testamentaria (testamento pubblico, olografo o segreto) o l’iscrizione ad apposita società cremazionista che abbia tra i propri fini statuari la cremazione dei propri associati e l’espressa dispersione delle loro ceneri. Un’attestazione di volontà in tal senso è una prova inequivocabile e fa fede sul reale desiderio della persona, ma può esser anche revocata in ogni momento, con atto eguale e contrario, pure in articulo mortis.

      Più problematica è una volontà resa solo verbalmente ai più diretti congiunti (alcune Regioni, Lombardia in primis, non l’ammettono per le criticità di cui sopra) essi quali nuncius saranno almeno moralmente (se non anche giuridicamente?), obbligati a rappresentarla alle competenti autorità comunali (= L’UFFICIALE di STATO CIVILE) preposte al rilascio della relativa autorizzazione, nelle modalità tecniche di una dichiarazione di atto sostitutivo di atto di notorietà di cui al D.P.R. n. 445/2000, in cui sostanzialmente il dichiarante asserisce di esser perfettamente a conoscenza di questa precisa intenzione del de cuius in merito alla destinazione ultima delle proprie ceneri derivanti da cremazione di cadavere.

  2. Ad aprile 2018 verrà ordinato mio marito Roberto, spero di riuscire a disperdere le sue ceneri in un posto cosi pieno di serenità e tranquillità. Sono andata a vederlo e ho sentito molta pace.

  3. Dall’ottobre 2004, quando, grazie a un articolo de La Repubblica, ho scoperto l’esistenza del Giardino del Ricordo, ho dato disposizione affinchè le mie ceneri vengano disperse in quel luogo. Carmen

  4. giovedì scorso ho deposto le ceneri di mio marito Roberto nel Giardino dei Ricordi. è sempre stata la nostra volontà di fare ciò ed ora sono serena perché so che lui sta riposando beatamente e che comunque non è abbandonato: c’è sempre qualcuno che recita una preghiera.

  5. Recentemente mio cognato sono state deposte le ceneri in questo luogo e ho vissuto questo momento con molta serenità. Lascerò disposizione che anche per me avvenga questo.

  6. E’ molto bella l’idea del Giardino del Ricordo del Cimitero di Lambrate. Anch’io lascero disposizione per questo.

  7. Abito a Milano e troppo spesso sento parlare del forte degrado dei cimiteri cittadini che ormai sono diventati veri eco-mostri che tolgono terra ai vivi.
    Un degrado e una colata di cemento, che verrebbe evitata se la gente all’unisono scegliesse la cremazione, una pratica igienica ed ecologica che riduce di molto lo spazio e i costi destinati ai defunti. Se poi pensiamo alla dispersione delle ceneri lo spazio occupato è pari a zero.
    Scegliamo la cremazione per dare condizioni di vita migliori a chi rimane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.