Quesito pubblicato su ISF2014/1-a

Il Servizio cimiteriale del Comune di & dall’anno prossimo verrà esternalizzato ad una società. Sia questa che il Comune avrebbero intenzione di concedere in concessione dei loculi per un periodo di 30 anni anche a riserva (senza limiti di età).
Se al momento del decesso della persona a cui è riservato il loculo, esiste un periodo residuo di concessione inferiore ad anni 20, è possibile tumulare ed estumulare la salma prima dei 20 anni, in concomitanza con la scadenza naturale della concessione (con successiva inumazione)?


Risposta:
Se non lo vieta espressamente il regolamento di polizia mortuaria comunale (cioè se non vi è l’obbligo di prolungamento della residua concessione ad almeno 20 anni), l’avente titolo ha il diritto di tumulare il feretro di un avente titolo alla sepoltura in quel posto, anche se la durata della concessione è inferiore a venti anni.
Vorrà dire che al termine della concessione, con oneri estumulativi a carico sempre del parente, dovrà esservi o una traslazione in altra sepoltura in quello o in altro cimitero, purché in tomba in cui abbia diritto di essere sepolto il feretro, o inumato in campo comune (o cremato, ma non come resti mortali).
Si suggerisce una soluzione più semplice: trasformare il loculo da stagno ad aerato, con uso del kit di aerazione. Questo potrebbe ridurre la durata minima di tumulazione a 10 anni e, se la salma non fosse ancora scheletrizzata al termine del periodo, ci si troverebbe in presenza di resti mortali, cremabili più facilmente.


Norme correlate:

Riferimenti:

Parole chiave:
CADAVERE-resti mortali,CIMITERO-concessione,CONCESSIONE-erede,CREMAZIONE-cremazione esiti fenomeni cadaverici,CRITERI COSTRUTTIVI_E_GESTIONALI-loculo aerato,SEPOLCRO-polizia mortuaria


© Copyright riservato – riproduzione vietata – Edizioni Euro.Act Srl, Ferrara – La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248

Written by:

@ Redazione

9.133 Posts

View All Posts
Follow Me :