Istruzioni dettagliate per invio telematico ad Agenzia Entrate dati su spese funebri detraibili

Il 730 precompilato richiede da quest’anno (a partire quindi dai dati sui redditi e spese del 2015) anche l’inoltro delle spese funebri.
Il 29 febbraio (il 28 infatti è domenica) è la scadenza ultima per la trasmissione dei dati.
Chi deve comunicare le spese funebri
Devono effettuare la comunicazione delle spese funebri i soggetti (vedasi FAQ Ag.Entrate) esercenti l’attività di servizi di pompe funebri e attività connesse (codice ATECO 96.03.00) che hanno emesso nel 2015 fatture relative a spese funebri. La comunicazione deve contenere le fatture emesse nel 2015 con riferimento a ciascun decesso.
Nella comunicazione occorre indicare i dati del soggetto intestatario della fattura e l’indicazione dei dati del soggetto deceduto, l’importo fatturato pagato arrotondato alla unità, oltre ai dati identificativi del soggetto che trasmette.
Quali sono le spese funebri
Salvo diversa comunicazione dell’Agenzia delle Entrate si tratta delle prestazioni di servizi o vendita di beni in occasione di un funerale, secondo il criterio dell’attualità e cioé dal trasporto funebre a ciò che serve per provvedere alla sepoltura di quel defunto.
Come effettuare la comunicazione
La comunicazione deve essere fatta, come ormai consuetudine per altri settori, utilizzando il servizio telematico Entratel o Fisconline a seconda dei requisiti posseduti da chi trasmette la comunicazione.
Gli invii possono essere ordinari, sostitutivi o di annullamento.
L’invio ordinario: è la comunicazione con cui si inviano i dati richiesti.
E’ possibile inviare piu’ comunicazioni ordinarie per lo stesso periodo di riferimento.
I dati inviati in ogni comunicazione ordinaria successiva alla prima sono considerati in aggiunta a quelli precedentemente comunicati.
L’invio sostitutivo serve a sostituire una comunicazione ordinaria già acquisita dal sistema che si è rivelata errata. L’annullamento serve ad annullare una comunicazione ordinaria o sostitutiva che si vuole cancellare.
Gli strumenti utili per l’invio
Sul sito dell’Agenzia delle entrate alla data del 9/2/2016 ci sono ancora il modello e le istruzioni in bozza aggiornate al 1 febbraio 2016.
Clicca su BOZZA MODALITA’ per leggere istruzioni compilative e per conoscere le TECNICALITA’ (tracciato record, ecc.)
Vi sono 2 distinti software ufficiali dell’Agenzia delle Entrate, anche se ancora in fase prototipale, che possono essere reperiti cliccando su (scarica).
L’INSERITORE DI DATI  (scarica)
Permette, partendo dai dati conosciuti di ogni singolo funerale, di introdurre i dati.
Occorre sapere i dati del soggetto che fattura, se ci si avvale di un intermediario (in genere il commercialista), i dati di questo, i dati del defunto (codice fiscale e solo per spese 2015, altro identificativo univoco di specifiche tecniche prestabilite), i dati del soggetto a cui è stata fatturata la prestazione o la vendita di beni (attenzione se la fatturazione per uno stesso funerale è 100, il totale del fatturato a più soggetti deve tornare 100)
Si può fare il lavoro anche a pezzi (salvando quel che si è fatto e riprendendolo più avanti), ma la difficoltà per l’uso di questo software è data dall’inserimento a uno a uno.
Per questo motivo è possibile utilizzare software di terze parti, tra cui si segnala quello messo a disposizione gratuitamente dal Gruppo Marche Informatica  (scarica) da www.gruppomarche.info [basta scorrere la pagina fino alla voce ‘Utility compilazione spese funebri’ delle News], che ha la particolarità di operare su foglio excel dove è facile, anche con dei copia e incolla, inserire quantità rilevanti di dati (reperiti dai dati gestionali dei software del soggetto che fattura), per poi trasformarli nel formato che richiede l’Agenzia delle entrate per la trasmissione. Viene infatti generato un file in formato TXT con tracciato record prestabilito.
IL VALIDATORE DI DATI  (scarica)
E’ un software dell’Agenzia delle Entrate che verifica OBBLIGATORIAMENTE che i dati inseriti siano corretti dal punto di vista formale.
Se la procedura è corretta, ciò viene segnalato e il file (prima TXT) viene trasformato in un file con estensione dcm.
Se le cose non vanno bene viene segnalato cosa non va per le correzioni o le sostituzioni successive e non viene generato il file con estensione dcm.
L’effettuazione del controllo di conformità dei file contenenti le comunicazioni è obbligatoria.
In tale fase viene prodotto il file controllato (con estensione .dcm) predisposto per la successiva fase di autenticazione.
In fase di controllo formale è verificata solo la correttezza formale di ogni singolo codice fiscale obbligatorio inserito nella comunicazione.
IL TRASMETTITORE (VAI)
E’ una procedura dell’Agenzia delle Entrate che acquisisce il file validato con estensione dcm.
Il processo deve essere fatto entro il termine massimo stabilito) all’Agenzia delle Entrate.
In fase di accoglienza telematica (con la trasmissione) viene verificata la presenza in Anagrafe Tributaria di ogni singolo codice fiscale obbligatorio indicato nelle comunicazioni.
Il sistema emette una ricevuta, che contiene il codice di identificazione per il sistema Entratel o il codice di riscontro per Fisconline. La ricevuta indica data e ora di ricezione del file, identificativo, protocollo del file, numero delle comunicazioni contenute.

In caso di riscontro di codice fiscale errato, i dati relativi all’evento funebre non saranno acquisiti.
L’elenco dei record scartati e dei codici fiscali errati sarà fornito in allegato alla ricevuta telematica.
Il soggetto obbligato alla comunicazione è tenuto ad effettuare un ulteriore invio ordinario contenente esclusivamente i dati relativi alle comunicazioni precedentemente scartate entro la data di scadenza indicata nel provvedimento.

Non si puo’ fare a meno di osservare come l’Agenzia delle Entrate sia in ritardo sulla tabella di marcia e che qualche problema interpretativo si pone, oltre al fatto che si tratta di una mole non indifferente e imprevista di lavoro per i soggetti che devono recuperare e caricare i dati.

Autori

Written by:

7.760 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.