Contratti pubblici: delega al Governo per adeguare la disciplina al diritto europeo

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2022, la legge 21 giugno 2022, n. 78 che delega al Governo in materia di contratti pubblici. Entra in vigore i prossimo 9 luglio 2022
Il provvedimento arriva dopo che il Senato ha approvato, in terza lettura, il disegno di legge delega sul codice dei contratti pubblici, nel testo varato con modifiche dalla Camera lo scorso 24 maggio 2022.
Il governo ha ora sei mesi di tempo per scrivere le nuove regole sugli appalti, nel rispetto dei principi indicati nella legge delega.
Una volta definito e in vigore, il nuovo codice dei contratti sostituirà l’attuale decreto legislativo n. 50/2016.
Tra i principi più rilevanti della legge delega:

  • la qualificazione e riduzione delle stazioni appaltanti;
  • il rafforzamento delle funzioni di vigilanza e assistenza alla Pa da parte dell’Autorità Anticorruzione;
  • misure per favorire la partecipazione delle micro e Pmi e l’aggregazione di impresa;
  • misure per la semplificazione degli appalti di valore inferiore alla soglia comunitaria;
  • obbligo di prevedere nei bandi un meccanismo di revisione dei prezzi;
  • misure per garantire il rispetto di criteri di responsabilità energetica e ambientali;
  • divieto di prestazioni professionali gratuite a favore della Pa;
  • semplificazioni delle procedure sull’approvazione dei progetti;
  • revisione e qualificazione degli operatori economici;
  • ridefinizione della disciplina sulle varianti in corso d’opera.

Per gli interessati si rimanda al link del provvedimento L.78/2022

Autori

Written by:

D F

8.386 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.