Terni: affidato a Terni Reti srl il servizio ausiliario di custodia cimiteriale

Il consiglio comunale di Terni sul finire del mese di febbraio 2024 ha approvato l’affidamento del servizio ausiliario di custodia del cimitero cittadino alla società Terni Reti srl.
Terni Reti si occuperà di:

  • Servizio ausiliario di portineria e controllo degli accessi nel cimitero centrale.
  • Complessiva supervisione degli accessi tramite personale specializzato nell’utilizzo di strumenti digitali.
  • Servizio qualificato di front-office di prima accoglienza e supporto per la facilitazione dei rapporti tra i cittadini e i servizi cimiteriali comunali.
  • Consegna moduli/istanze e supporto per la relativa compilazione.
  • Messa a disposizione di un numero di telefono e di un indirizzo email dedicato, attivo negli orari d’ufficio che verranno concordati, per poter prenotare un accesso ai cittadini con difficoltà di deambulazione e utenti con temporanea limitazione motorie o per esigenze specifiche. Tali contatti potranno essere pubblicizzati sia sul sito istituzionale del Comune di Terni che di Terni Reti.
  • Servizio di identificazione della posizione di sepoltura del defunto.

Qualche protesta viene dalle organizzazioni sindacali a proposito delle modalità di occupazione del personale attualmente incaricato di tali mansioni, attraverso un appalto ad una cooperativa.

“Funzione Pubblica Cgil, Filcams Cgil e Uiltucs di Terni, venute a conoscenza della discussione in Consiglio Comunale della delibera concernente il “Servizio ausiliario custodia del cimitero centrale”, con l’affidamento di tale servizio a Terni Reti, precisano che a fronte della richiesta di incontro all’assessore di riferimento non si è avuto nessun riscontro nonostante le sollecitazioni inviate”.
È quanto si legge in una nota delle organizzazioni sindacali. “I lavoratori e le lavoratrici attualmente in forza nell’appalto di portierato presso il cimitero sono 5 – specificano le sigle sindacali – e, a fronte di un passaggio, anche se attraverso un affidamento diretto, i dipendenti devono essere assunti alle stesse condizioni con l’azienda che subentra nella gestione dei servizi previsti”. Per queste ragioni Fp e Filcams Cgil, insieme a Uiltucs di Terni chiedono “un incontro urgente al fine di discutere delle modalità con cui verranno occupati gli attuali dipendenti della cooperativa che gestisce il servizio ausiliario al cimitero, già penalizzati dalla nuova organizzazione del lavoro rispetto agli orari rimodulati di fruizione del cimitero stesso”.
“La difficoltà dovuta ad un taglio lineare di circa i due terzi rispetto al precedente bando deve essere esplicitata poiché oltre ai lavoratori c’è una ricaduta importante anche sui cittadini”,
concludono i sindacati.

Written by:

@ Redazione

9.099 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.