Obbligo certificazione verde base per usufruire dei servizi di pompe funebri

È entrato in vigore dal 20 gennaio 2022 l’obbligo del certificato verde base per accedere alle attività che rientrano nella categoria dei “servizi alla persona”, così come previsto dal D.L. 7 gennaio 2022 n. 1, art. 3 co. 1.
Per certificato verde base si intende una delle certificazioni verdi Covid-19, di cui all’art. 9, co. 2 del D.L. 22 aprile 2021 n. 52, convertito con modificazioni dalla L. 17 giugno 2021 n. 87.
Il Governo ha chiarito l’elenco dei summenzionati servizi, inserendo tra questi anche le “Pompe funebri”, in una risposta alle FAQ ufficiali – reperibile cliccando a questo LINK nella sezione Green pass.
Per individuare il contenuto di tale attività si ritiene di poter fare riferimento al codice ATECO 96.03.00 (Servizi di pompe funebri e attività connesse) che alla Descrizione comprende:
– inumazione e cremazione di cadaveri e di carcasse di animali domestici e attività collaterali: preparazione delle salme per l’inumazione, cremazione, imbalsamazione e servizi prestati dalle imprese di pompe funebri, fornitura di servizi di inumazione o di cremazione, affitto di camere ardenti;
– manutenzione di tombe e mausolei;
– disbrigo di pratiche funerarie;
Dalla classe 96.03 sono invece esclusi i servizi di cura del verde all’interno dei cimiteri (cfr. 81.30) e le esequie religiose (cfr. 94.91).

Written by:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.