HomeCimiteriL'onerosita' delle estumulazioni

Commenti

L'onerosita' delle estumulazioni — 2 commenti

  1. X M.M.,

    ragionamento a fortiori: se con l’art. 1 comma 7 bis Legge 28 febbraio 2001 n. 26 anche la pratica funebre gratuita in quanto istituzionale e garantita erga omnes dalla Legge n. 440/1987, dell’inumazione in campo di terra (intesa come processo sino alla naturale esumazione ordinaria) è divenuta servizio a titolo oneroso per i famigliari del de cuius a maggior ragione le spese per l’estumulazione da un sepolcro PRIVATO (quali sono le tumulazioni tutte) non può comportare oneri per il Comune, proprio per la sua intima natura, in difetto sorgerebbe la responsabilità patrimoniale di cui all’art. 93 T.U. Enti Locali di cui al D.Lgs n. 267/2000. L’amministrazione o il gestore (dipende dall’eventuale contratto di servizio in essere) sono tenuti a recuperare questi costi, secondo la declaratoria tariffaria stabilita, anche in modo forzoso, con l’iscrizione a ruolo, se necessaria, per vincere la ritrosia dei concessionari in scadenza, momento in cui forse non si ha particolare intenzione di accollarsi spese.
    Altra fonte da consultare (qui infatti potrebbe esser contemplata l’obbligazione al ripristino della tomba ed all’assunzione delle relative spese di riattamento) è l’atto concessorio da leggersi a rime parallele con il vigente regolamento comunale di polizia mortuaria.
    La rinuncia all’eventuale rinnovo non è titolo per evitare di pagare il dovuto, tutt’al più solo in caso di abbandono amministrativo (con pronuncia solenne dell’esaurimento del rapporto concessorio per reale estinzione della famiglia) senza dimenticare mai l’art. 191 D.LGs n. 267/2000, le spese saranno a carico dell’erario pubblico, ma è un’extrema ratio da ponderare attentamente, per non entrare nel circolo vizioso di una gestione patologica della complessa macchina cimiteriale.

  2. Buongiorno,
    è possibile sapere il riferimento normativo per cui in presenza di eredi individuati o prossimi individuati entro il 6° grado sono obbligati ad accollarsi le spese di estumulazione ecc.. in quanto manifestano la non volontà di rinnovare la concessione del loculo cimiteriale.
    Il costo di tali spese è a carico del Comune solo quando eredi o prossimi non individuabili o anche quando appunto rinunciano al loculo stesso?
    Grazie per la collaborazione, sono nuovo del settore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.