A Jesi studiano se fare un crematorio

All’assessore ai lavori pubblici del Comune di Jesi (AN) è stato dato mandato di verificare la fattibilità della realizzazione di un tempio crematorio, la cui costruzione avverrà senza oneri a carico del Comune. In questo modo potrà essere data risposta a quanti danno disposizione di essere cremati dopo la morte, fatto questo che oggi impone ai congiunti di doversi servire delle strutture di San Benedetto del Tronto o Perugia.
La Giunta Municipale ha inoltre deciso di assumere la gestione diretta delle lampade votive cimiteriali a partire da gennaio del prossimo anno, attività che era stata affidata finora a Jesiservizi. I circa 250 mila euro annui che derivano dai canoni delle lampade votive, saranno utilizzati sia per il rifacimento dell’impianto elettrico che presenta criticità, sia per finanziare parte degli altri lavori ai cimiteri previsti dal piano delle opere pubbliche che riguardano, come noto, una adeguata manutenzione volta anche ad eliminare le infiltrazioni d’acqua e ripristinare le strutture in cemento armato, la realizzazione di nuovi loculi e del nuovo ossario, la sistemazione delle aree esterne e la realizzazione di una nuova strada di accesso per evitare l’attraversamento delle auto tra le due strutture cimiteriali.

Autori

Written by:

D F

8.366 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.