Ammessa dal Tribunale di Milano la class action contro il Comune per furti al cimitero monumentale milanese

La Decima Sezione del Tribunale di Milano ha ammesso l’azione di classe presentata dal Codacons contro il Comune di Milano per i furti avvenuti nel Cimitero Monumentale in data 16 marzo 2016.
Il Codacons, accogliendo le lamentele di un cospicuo numero di consumatori che si erano rivolti all’Associazione per denunciare quanto avvenuto al Cimitero Monumentale di Milano, presentava azione nei confronti del Comune di Milano, responsabile della manutenzione e vigilanza rispetto al Cimitero stesso.
Nel mese di marzo si verificavano dei furti all’interno del Cimitero Monumentale, nei quali venivano sottratti numerosi monumenti, manufatti ed opere d’arte che adornavano alcune tra le più prestigiose tombe presenti nel Cimitero.
Il Codacons citava pertanto in giudizio il Comune chiedendo la condanna al risarcimento patrimoniale e non per tutti i danni subiti dai titolari di concessioni cimiteriali, in ragione dell’inadempimento dello stesso per il rapporto contrattuale scaturente con i cittadini.
Con ordinanza del 12 Aprile 2017 la Decima Sezione del Tribunale di Milano ha ammesso l’azione suddetta, fissando termine fino al 30 ottobre del 2017 per tutti coloro che hanno subito un furto di propri manufatti posti sulle sepolture private di far pervenire le proprie adesioni in cancelleria.
Tutti coloro che hanno subito tale pregiudizio possono rivolgersi al Codacons, contattando l’Associazione ai numeri di telefono 02.29419096 e 02/29408196 e all’indirizzo e-mail info@codaconslombardia.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *