TG.fun sull’edilizia cimiteriale e sui vincoli relativi

E’ on line il TG.fun del 28 ottobre 2015, il videoquindicinale trasmesso da www.funerali.org.
Poco più di cinque minuti dedicati ad un tema di interesse del settore funebre o cimiteriale italiano
, con analisi e risposte a domande di un nostro esperto.
Questa puntata del nostro TG funerario d’approfondimento riguarda le norme sull’edilizia cimiteriale e sui vincoli relativi. Eccezionalmente, in occasione della Commemorazione dei Defunti, si è intensificata l’uscita del TG.fun, una volta alla settimana, per poi tornare alla programmazione quindicinale finito questo periodo.
Lavorare dentro ad un cimitero, in alcune sezioni vincolato da parte della Sovrintendenza, implica notevoli difficoltà operative.
L’edilizia cimiteriale riguarda, in particolare, le parti fabbricate su aree date in concessione e pertanto nei casi di concessione perpetua l’opera muraria realizzata rimane di proprietà dei concessionari ed è ed è così assimilabile ad un bene di proprietà privata eretto sopra un terreno demaniale in concessione.
Per il buon governo dell’impianto cimiteriale è fondamentale l’adozione del relativo piano regolatore.
Il piano regolatore cimiteriale è approvato dal Consiglio Comunale ed è uno strumento di programmazione. Esso, ex Art. 91 D.P.R. n.285/1990, deve indicare le diverse specie di sepolture private che possono essere realizzate nelle varie zone del cimitero ed eventualmente anche alcune caratteristiche tecniche.
Per la definizione di piano regolatore cimiteriale, che deve esser pensato su una prospettiva temporale adeguata (ad es. 20 anni, o, preferibilmente superiore) è importante un’analisi delle richieste di sepoltura secondo la loro tipologia ed il loro andamento nel tempo..

Per chi volesse vedere i TG.fun precedenti basta cliccare su TG.fun

Autori

Written by:

D F

8.422 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.