Quesito pubblicato su ISF2020/4-a

Nel nostro Comune, per il recupero delle salme su richiesta della pubblica autorità, ci si avvale della collaborazione delle agenzie funebri locali per le fasce orarie non coperte dal nostro personale (notturni festivi).
Di fatto nell’ultimo anno è intervenuta, su chiamata della Forza pubblica, sempre la stessa ditta, poiché le altre non hanno mai dato la loro disponibilità.
Poiché tale ditta ci ha appena informato di non poter più svolgere tale servizio dall’anno prossimo, volevamo sapere se le imprese funebri possono rifiutarsi o sono tenute per legge ad intervenire qualora richiesto dalla Forza pubblica (salvo poi, come avvenuto fino ad oggi, ricevere il pagamento dell’intervento dal Comune).
Risposta:
Il servizio di raccolta salme incidentate sulla strada, decedute in casa privata quando per motivi sanitari debbano essere trasferite, ecc., deve essere garantito dal Comune, che può avvalersi di terzi per il suo svolgimento.
A parere dello scrivente la Forza pubblica non può obbligare un privato a svolgere un servizio che deve essere garantito dal Comune.
Le ditte possono aver sede anche al di fuori del Comune, se scelte dallo stesso, in base a specifica ricerca di mercato.

Written by:

0 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.