Torino: nuove risorse per la valorizzazione monumentale dei cimiteri

A Torino vi è stata una audizione nella seduta del 16 gennaio 2023 delle Commissioni Prima, Quinta e Servizi pubblici locali, dei vertici dell’AFC spa, la utility torinese che gestisce i cimiteri del capoluogo piemontese.
Ne corso dell’audizione il Presidente di AFC ha affermato che “Il cimitero è un luogo dello spirito, della memoria dei singoli, ma anche dell’intera collettività. Lavoriamo per offrire servizi efficaci ed efficienti, ma anche compassionevoli.
Il cimitero però è anche un luogo della cultura – ha proseguito – che può generare occasioni di turismo per il ricco patrimonio storico e artistico che racchiude, e che va tutelato”.
Per preservare il patrimonio dei cimiteri, c’è un piano di investimenti che nei prossimi tre anni prevede 15 milioni di euro di investimenti, per la manutenzione ordinaria e straordinaria – ha spiegato l’amministratore delegato di AFC spa.
Verrà posta particolare attenzione al muro di cinta del cimitero Monumentale, lungo 3.300 metri (10 mila mq di superficie) e alle grandi nicchie dell’Ottocento, con un intervento approvato lo scorso dicembre dalla Soprintendenza.

Il cimitero ha una forte vocazione turistica che va implementata – ha ribadito Domenico Garcea (Forza Italia) nell’illustrare una sua proposta di mozione per la valorizzazione del cimitero Monumentale di Torino, restaurando le opere presenti, evidenziandone il ruolo sacro, ma anche favorendo il turismo religioso.
La proposta ha trovato il parere favorevole della consigliera Caterina Greco (PD) e dell’assessora ai Cimiteri, Chiara Foglietta, che ha proposto emendamenti migliorativi al testo.
Il documento è stato liberato per l’aula dalle Commissione e passerà ora all’esame del Consiglio Comunale.

Autori

Written by:

D F

8.496 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.