elenco crematori in Italia

L’elenco dei crematori in funzione in Italia, con i riferimenti telefonici, fax e indirizzo, è visionabile cliccando su Elenco Crematori in Italia.

NB.
Se manca il file aggiornato, si faccia riferimento all’ultimo disponibile, ottenibile cliccando:
Crematori in Italia dati 2015
Crematori in Italia dati 2014
Crematori in Italia dati 2013
Crematori in Italia dati 2012
Crematori in Italia dati 2011
Crematori in Italia dati 2010
Crematori in Italia dati 2009
Crematori in Italia dati 2008
Crematori in Italia dati 2007
Crematori in Italia dati 2006

8 thoughts on “elenco crematori in Italia

  1. Carlo

    Un crematorio può essere realizzato solo dentro un cimitero (o con un suo ampliamento), ex Art. 78 DPR n.285/1990: quindi, ordinariamente, può essere realizzato dal Comune, anche ai sensi della Legge n.130/2001, esso, infatti, è servizio pubblico locale.
    È possibile proporre ad un Comune la realizzazione di un crematorio (ma è il Comune che può accettare o meno) con fondi privati, da un privato con la tecnica della finanza di progetto (project financing).
    L’opera viene realizzata dal privato, che è un concessionario di servizio pubblico per un certo numero di anni. Esistono specifiche leggi (lavori pubblici) in materia.
    Per quanto concerne l?investimento necessario, si può stimare che compreso l?immobile, il forno e gli apparecchi per abbattimento fumi, il costo di un crematorio sia dell’ordine di 2,5 milioni di euro almeno.

  2. zenoni mauro

    vorrei sapere chi può costruire un forno crematorio.
    solo comune o anche privato(regione LombardiA)
    buona giornata

  3. Paolo

    sono stato martedi 5 ottobre a Spinea a cremare una cassa con zinco, e il 21 dello stesso mese ne porto altre due

  4. Redazione

    A noi risultano, da una vecchia indagine del 2006 (e quindi le cose possono essere cambiate nel frattempo):
    Aosta, Trieste, Spinea, Ferrara, Roma, Viterbo, Montecorvino Pugliano, Palermo.
    Tenga presente che in Lombardia non ce n’è nessuno. E poi tutti i crematori accettano e favoriscono feretri con al posto dello zinco materiali plastici biodegradabili consentiti dal Ministero della salute.

  5. Carlo

    Occorre garantire il rispetto delle norme in materia di emissione in atmosfera, in genere diverse da Regione a Regione.

    Per la Lombardia, ad esempio, vale la D.G.R. n. 8/9052 del 4 marzo 2009 con cui si è modificata la precedente D.G.R. n. 8/4642 del 4 maggio 2007. Essa è stata adottata ai sensi del Reg. REg. 9 novembre 2004 n.6 così come novellato dal Reg. REg. n.1/2007.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *