Palermo: il cimitero dei Rotoli torna accessibile; dopo 5 anni riapre la zona interdetta

Dopo i lavori di consolidamento del costone roccioso di Monte Pellegrino, costati complessivamente 5 milioni, tornano fruibili i campi di inumazione del cimitero di Vergine Maria. Aperte anche le nuove aree. Oltre 3 mila i posti a disposizione.
L’assessore Giusto Catania: “Oggi abbiamo dato un contributo fondamentale per porre fine all’emergenza cimiteriale della città”. Il vicesindaco Arcuri: “C’è ancora una piccola parte del cimitero inibita ma presto sarà fruibile anche quella. Quella inaugurata oggi è la parte più consistente”
La chiusura dell’area, a seguito del crollo di un masso dal costone roccioso, aveva in questi anni impedito l’accesso a centinaia di sepolture gentilizie e fosse nei campi d’inumazione. Dopo i lavori, durati quasi cinque anni, l’area è tornata fruibile e nelle prossime settimane potranno riprendervi le sepolture.
“Con l’ultimazione dei lavori – ha dichiarato il sindaco Leoluca Orlando – restituiamo alla cittadinanza la possibilità di offrire una degna sepoltura ai propri cari e di poter pregare o rendere omaggio ai propri defunti in piena sicurezza. Questa è occasione per ringraziare gli assessori e gli Uffici Infrastrutture e Servizi cimiteriali e tutto il personale che ha garantito questi necessari lavori che continueranno per rendere fruibili circa 3.000 sepolture nella nuda terra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *