[Fun.News 3013] Effetti della legge sulle unioni civili e su convivente per il settore funebre e cimiteriale

Come noto, il Parlamento ha approvato la legge 20 maggio 2016, n. 76 “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 118 del 21 maggio 2016, in vigore dal 5 giugno 2016.
Sono diversi gli effetti che si hanno nell’ambito della cremazione, del diritto di sepolcro e sull’organizzazione dei funerali.
Per grande sintesi l’unione civile tra persone dello stesso sesso produce effetti, per quanto ci riguarda, sostanzialmente prossimi al rapporto di coniugio presente nel matrimonio tra persone di diverso sesso e quindi i problemi applicativi sono quasi inesistenti. Difatti il comma 20 della L. 76/2016 tra l’altro esplicitamente indica:
… le disposizioni che si riferiscono al matrimonio e le disposizioni contenenti le parole «coniuge», «coniugi» o termini equivalenti, ovunque ricorrono nelle leggi, negli atti aventi forza di legge, nei regolamenti nonché negli atti amministrativi e nei contratti collettivi, si applicano anche ad ognuna delle parti dell’unione civile tra persone dello stesso sesso …
Più complicata la situazione per le convivenze (sia omo che eterosessuali). Difatti i commi 40 e 41 dicono:
40. Ciascun convivente di fatto può designare l’altro quale suo rappresentante con poteri pieni o limitati:
a) in caso di malattia che comporta incapacità di intendere e di volere, per le decisioni in materia di salute;
b) in caso di morte, per quanto riguarda la donazione di organi, le modalità di trattamento del corpo e le celebrazioni funerarie.
41. La designazione di cui al comma 40 è effettuata in forma scritta e autografa oppure, in caso di impossibilità di redigerla, alla presenza di un testimone.
E quindi il convivente, laddove vi sia la dichiarazione autografa, è semplicemente una sorta di esecutore dei voleri del de cuius. Ma i poteri sono limitati e comunque è necessario passare attraverso una procedura scritta.
Una dettagliata disamina degli effetti per il settore funebre e cimiteriale di questa legge è contenuta nella circolare SEFIT Utilitalia 31 maggio 2016 n. 386, avente ad oggetto: L. 20 maggio 2016, n. 76 “Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze” – Effetti su sepolture e diritto di sepolcro, nonché sulla disposizione delle spoglie e di pratiche funerarie

Written by:

@ Redazione

9.115 Posts

View All Posts
Follow Me :