Rocca Canterano: il progetto di un nuovo forno crematorio suscita perplessità

È stato presentato dal sindaco e approvato dal Consiglio comunale all’unanimità un progetto per un “tempio crematorio” da installare proprio all’ingresso del piccolo borgo di Rocca Canterano, un paese di 184 abitanti arroccato a 750 metri sui monti Ruffi, a pochi chilometri da Roma, accanto al cimitero.
Ed è subito scoppiata la protesta dei residenti, con 107 no raccolti dal comitato cittadino all’uopo costituito, presto aumentati a 280 con il no anche degli abitanti dei paesi limitrofi.
Secondo l’Amministrazione comunale questo porterebbe riflessi positivi sia in termini economici che di posti di lavoro sul territorio.
Le contestazioni invece si basano sull’assunto che questo diventerebbe un impianto a supporto di Roma – che non riesce a smaltire le proprie richieste di cremazione – con un ciclo di almeno 6 defunti al giorno, a ciclo continuo, per ottenere l’equilibrio costi-benefici.
Infine, gli oppositori al progetto considerano l’impatto ambientale, sia per quanto riguarda il transito quotidiano sull’unica via d’ingresso al piccolo centro cittadino (la via Empolitana), sia per la struttura da erigere e per i fumi dovuti all’attività stessa.

Autori

Written by:

D F

8.332 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.