Corte dei Conti: 3 milioni di danno erariale per un project financing a Civitavecchia

Tre milioni di euro di risarcimento per danno erariale. Tanto, secondo la Corte dei Conti- procura regionale, sarebbero tenuti a dover pagare gli amministratori comunali che nel tra il 200 ed il 2001 autorizzarono il project financing per la realizzazione di 3200 loculi al cimitero nuovo sulla Braccianese Claudia. Un risarcimento che è stato chiesto lo scorso 17 novembre nei confronti del dirigente dei Lavori pubblici che stipulò la convenzione Roberto Madonna, dell’allora sindaco Pietro Tidei, dei consiglieri Tiziano Cerasa, Franco Grassi, Liviana Gargiulli, Mario Bomboi, Gianni Stortini, Mario Venanzi, Claudio Dell’Anno e Ivano Bianchini, che assunsero la deliberazione 185 del 2000, degli assessori Emilio Leoncini, Marco Piendibene e Giuseppe Cascianelli che approvarono la successiva delibera del 31 ottobre 2000 indicando “di pubblico interesse la proposta di project financing”, e del commissario straordinario Paolo Guglielman che il 30 marzo 2001 approvò la convenzione predisposta dalla ditta Ruggeri, al termine dell’iter di gara. “Da quanto è emerso dall’attività istruttoria il danno all’erario è da ricondurre alla convenzione – si legge nella nota emessa dal vice procuratore Pio Silvestri – stipulata l’11 maggio 2001 tra il Comune di Civitavecchia e l’impresa Ruggeri. La norma prevedeva infatti il riscatto da parte del Comune dei loculi non venduti alla scadenza quinquennale dell’accordo. Clausola questa che, per come è stata formulata, contrastava dall’inizio con i principi ispiratori del project financing. Al termine della convenzione sono rimasti invenduti la gran parte dei loculi costruiti e il Comune, a fronte di un esborso quantificabile in circa 3 milioni di euro…danno – secondo la Corte dei conti – da addebitare ai comportamenti gravemente colposi dei funzionari ed amministratori pubblici che hanno posto in essere attività ed approvato gli atti”. Ora, come prevede la legge, funzionari ed amministratori hanno 60 giorni di tempo per presentare le proprie controdeduzioni, un lasso di tempo durante il quale potranno comunque richiedere di essere sentiti personalmente.

“L’ipotesi di danno erariale ipotizzata dalla Corte dei Conti per la vicenda dei loculi al nuovo cimitero di Civitavecchia non mi risulta nuova”. Lo sostiene il consigliere del Pdl, Pasquale Marino, per il quale viste le figure importanti che risulterebbero coinvolte si dovrebbe evitare la semplice ed arruffona polemica politica, magari finalizzata a mischiare la carte in tavola. Per Marino è certo che questa amministrazione non ha responsabilità sulla vicenda. Il consigliere del Pdl ricorda poi che il Consiglio di Stato, in una sentenza di quest’anno, ha stabilito che “oltre al giudizio di responsabilità” eventualmente accertato dalla Corte dei Conti nei casi di “dolo o colpa grave degli amministratori”, si debba aggiungere quello disciplinare in caso di grave negligenza o irregolarità nella trattazione degli affari”. “L’auspicio – conclude Marino – è che i cittadini possano farsi un’idea della questione, attraverso una discussione pubblica in Consiglio Comunale della mozione che ho presentato, , anche se appare comunque grave che si possa essere speculato sui cittadini defunti e sulle loro famiglie”.

Autori

Written by:

D F

8.332 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.