Storie di guerre tra loghi contraffatti e prezzi “gonfiati”

L’AQUILA – Un’ importante impresa funebre, che opera attualmente tra l’Aquila e Roma, servendo, così un bacino d’utenza molto ampio, rimarca le proprie sdegnate distanze dalla campagna di comunicazione caratterizzata dallo slogan “[…omissis] , funerali a partire da 10.000 euro” presente a L’Aquila in cartelloni pubblicitari 6X3, perché “vengono lanciati messaggi non veritieri e fuorvianti per la clientela alla luce dell’utilizzo improprio del cognome e del logo contraffatto e reso simile a quello usualmente impiegato per identificare la sua pluridecennale attività”.

La ditta sottolinea di non aver commissionato “alcuna pubblicità e quindi i prezzi indicati non sono assolutamente quelli praticati, che sono di gran lunga inferiori”.

La famiglia di storici imprenditore del settore, rende noto di aver conferito mandato ai propri legali per tutelare interessi commerciali e di immagine in sede civile e penale, anche con indagini tese ad individuare gli autori. In questi giorni, in diversi punti della città è in atto la terza campagna mediante manifesti affissi negli spazi gestiti in particolare da una nota società.

“Dissentiamo in maniera decisa dalla campagna e dallo slogan che viene lanciato perché è chiaramente finalizzato a gettare discredito nei confronti della nostra azienda, veicolando un messaggio e un prezzario che non appartengono alla nostra cultura di lavoro e di vita – spiegano padre e figlio Per questo, abbiamo intrapreso ogni azione per tutelare il nostro buon nome”.

Uno dei legali dell’azienda sottolinea come “il battage pubblicitario messo in campo stia seriamente denigrando l’immagine dell’impresa, simulando un segno distintivo del logo e lanciando un messaggio non veritiero”.

Autori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.