Previsioni ISTAT fino al 2080 della dinamica della popolazione italiana. I decessi raggiungeranno un picco al 2059

Nei giorni scorsi, l’Istat ha rese disponibili le nuove previsioni della popolazione italiana per l’intero Paese e per le singole regioni, fino all’anno 2080 (Previsioni della popolazione residente e delle famiglie).
È l’aggiornamento che l’Istat esegue con cadenza annuale, tenendo conto delle tendenze più recenti e dei dati più aggiornati e adattando, di conseguenza, le ipotesi sul futuro.
Nella sua variante media, basata su ipotesi sulle quali c’è un buon consenso tra gli esperti circa l’andamento futuro dei fenomeni demografici, la popolazione del Paese diminuisce dai 59 milioni di inizio 2022 a 56,5 milioni nel 2050 e 45.8 del 2080.

Quattro sono i trend che caratterizzano lo scenario italiano e ne disegnano le prospettive:
– calo della popolazione;
– diminuzione del rapporto tra giovani e anziani (e quindi tra lavoratori e non);
– accentuazione nei prossimi anni dei trend negativi;
– aumento dei decessi con un picco nel 2059, quando si stimano circa 845mila morti annui, con un aumento di oltre il 18% rispetto ai dati di partenza (anno 2022 con base ISTAT ricalcolata in 715mila morti).

Written by:

@ Redazione

9.070 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Scopri di più da funerali.org

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading