HomeCimiteriPer il degrado del cimitero di Trani 10 rinvii a giudizio

Commenti

Per il degrado del cimitero di Trani 10 rinvii a giudizio — 3 commenti

  1. Il prefetto di Bari, Carlo Maria Schilardi, rappresenterà il Comune di Trani nell’eventuale processo per il degrado del cimitero cittadino. E’ quanto deciso dal gup del tribunale Maria Grazia Caserta, durante la prima udienza per stabilire se i 10 imputati, tra cui il sindaco Giuseppe Tarantini, dovranno essere rinviati a giudizio per aver consentito che il camposanto tranese diventasse una sorta di discarica a cielo aperto, con poco rispetto per i morti i cui resti erano finiti anche in fosse comuni e con strutture spesso pericolanti.

    Alcuni difensori hanno sollevato eccezioni in merito, anche perché il tribunale collegiale aveva già annullato la nomina di un curatore speciale disposto sempre dal gup Caserta per il processo sull’Estate tranese. Ma il giudice ha confermato la sua impostazione, ritenendo che gli assessori della giunta Tarantini non possono costituirsi parte civile nel processo, pur non essendo imputati, in quanto avrebbero una sorta di conflitto di interessi, derivato dal rapporto fiduciario con lo stesso primo cittadino.

    Dunque sarà l’avvocato Fabio Costa, nominato dal prefetto, a rappresentare gli interessi dei cittadini tranesi nell’eventuale processo.

    L’udienza è stata aggiornata al 16 aprile 2010 e vede 10 imputati.

Rispondi a Redazione Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.