Bergamo: l’impresa funebre pubblica in tempi di COVID ha sensibilmente abbassato i prezzi per aiutare le famiglie in difficoltà

“Crediamo che la Bergamo Onoranze Funebri svolga un servizio sociale, altrimenti non si spiega perché un Comune debba avere un’impresa di questa tipo”: l’assessore ai Servizi cimiteriali del Comune di Bergamo Giacomo Angeloni commenta così la scelta della Bof di rivedere al ribasso i prezzi dei propri servizi dall’8 marzo all’8 maggio, durante la fase più acuta dell’emergenza Coronavirus.
Lo fa commentando un’indagine svolta da Federconsumatori Bergamo, secondo la quale la Bergamo Onoranze Funebri sarebbe la soluzione più economica per le famiglie, con differenze anche sensibili rispetto ad altre imprese del settore.
“Bof ha accolto il nostro invito a pubblicare i propri prezzi – sottolinea il presidente di Federconsumatori Bergamo Umberto Dolci – Mettono a disposizione una prestazione funebre standard per inumazione/cremazione a 1.450,00 euro e, per tumulazione (loculo, tomba, cappella ), a 1.700,00 nell’ambito di Bergamo e Grande Bergamo. Il Funerale “standard” comprende: Fornitura cofano in base al servizio richiesto (inumazione/cremazione o tumulazione); Imbottitura; Velo in raso; Targhetta di riconoscimento; Libro firme; Nolo e allestimento camera ardente; Chiusura feretro; Ciotola di fiori; Trasporto del feretro al luogo della cerimonia e al cimitero (solo Grande Bergamo)”.
Ma in tempo di Coronavirus, tenuto conto che per effetto delle normative nazionali e regionali per due mesi non sono state allestite camere ardenti e non è stato possibile svolgere funerali, su richiesta dell’assessore Angeloni, la società interamente partecipata del Comune di Bergamo ha ridotto i prezzi a mille euro per i deceduti nel Comune di Bergamo e destinati ai cimiteri cittadini (salme in inumazione o cremazione) e a 1.250 euro per le salme in tumulazione.
“Un segno tangibile di sensibilità e solidarietà che va oltre le dichiarazioni di cordoglio – plaude ancora Federconsumatori Bergamo – Non ci risulta che altri abbiano fatto altrettanto, con prezzi che si aggirano mediamente sui tremila euro”.
Fonte: bergamonews.it

Autori

Written by:

6.524 Posts

View All Posts
Follow Me :

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.