Due pregevoli Guide al Cimitero Monumentale di Milano


La piccola città – Il Monumentale di Milano di Carla De Bernardi e Lalla Fumagalli, Ed. Jaka Book, Aprile 2017, pag. 295

Non ti scordar di me – Guida per curiosi e ficcanaso al Cimitero Monumentale di Milano di Carla De Bernardi, Ed. Mursia, Luglio 2015, pag. 295

C’è un posto a Milano che molti milanesi conoscono e molti altri no. Ci vanno tantissimi turisti, provenienti da tutto il mondo e ne rimangono giustamente estasiati.
Una volta si trovava al limitare della città, in una zona che oggi si è riempita di vita e vivacità, immersa tra il quartiere cinese, l’Isola e la zona Garibaldi con i suoi nuovi e avveniristici grattacieli.
Si tratta del Cimitero Monumentale, che da un secolo e mezzo custodisce una strabiliante raccolta di capolavori, realizzati dai principali artisti italiani tra la metà dell’Ottocento (fu aperto nel 1866) ed i giorni nostri.
Il Cimitero Monumentale di Milano è un magnifico e sorprendente museo a cielo aperto. Circondato ed assediato dal frastuono e dalla frenesia della città dei vivi, si erge silenzioso ed elegante offrendo l’eterno riposo ad illustri milanesi, che hanno lasciato un segno nella cultura e nella storia della metropoli lombarda.
Al di là dei templi, delle statue e dei tanti capolavori disseminati in gallerie e lungo viali fiancheggiati da alberi secolari, i veri protagonisti sono i personaggi, più o meno famosi, che trascorrono l’eternità in questo magico luogo di pace e che, con le loro azioni, con i loro meriti, ma anche con i loro difetti, hanno contribuito alla grandezza e allo sviluppo di Milano, come in una grande “commedia” in cui ognuno ha recitato la sua parte.
Le loro storie avvincenti e originali si intrecciano con quelle dei palazzi, dei giardini, delle chiese, delle piazze e delle strade di una città dinamica, veloce, a volte scontrosa, che da sempre preserva le sue bellezze e le sue virtù più nascoste.
Carla de Bernardi è un’affermata scrittrice molto affezionata a questa ‘piccola città’, circondata da mattoni rossi ed è anche una famosa fotografa, oltre che la presidente dell’Associazione Amici del Monumentale, della quale Lalla Fumagalli ne è il vice-presidente.
Due volumi accuratamente illustrati, sicuramente interessanti e ben fatti. Non banali e decisamente migliori dei comuni volumetti distribuiti ai turisti in visita.

Written by:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.