HomeServizi necroscopiciServizi necroscopici in Lombardia (Parte I)

Commenti

Servizi necroscopici in Lombardia (Parte I) — 1 commento

  1. Il DPR 10 settembre 1990 n. 285 non individua la figura deputata alla certa identificazione del De Cuius attraverso i suoi estremi anagrafici.

    In dottrina si ritiene che questa attività sia attratta nelle competenze dell’ASL, quando essa ai sensi del paragrafo 9.7 Circ.Min. 24 giugno 1993 n. 24 esegue la verifica feretro apponendo sulla cassa e relativo verbale di chiusura il sigillo in cera lacca.

    Due regioni ossia la Lombardia (Art. 36 commi 1 e 2 del Reg. Reg. 9 novembre 2004 n. 6 così come modificato dal Reg. Reg. 6 febbraio 2007 n. 1 ed allegato 4 alla Delibera Giunta Regionale 21 gennaio 2005 n. 20278) ed Emilia Romagna (Determinazione del Responsabile del Servizio Sanità Pubblica della Regione Emilia
    Romagna 6 ottobre 2004, n. 13871) hanno cercato di risolvere il problema attribuendo questa funzione all’incaricato del trasporto ex paragrafo 5.4 Circ.Min. 24 giugno 1993 n. 24.

    Sulla questione si è pronunciata anche la provincia autonoma di Trento con il DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA N. 5-112/LEG. DEL 12/02/2008, il cui Art. 4 distingue tra l’attività d’identificazione del defunto e l’osservanza, inclusa relativa attestazione, delle disposizioni per il trasporto del cadavere (= corretto confezionamento del feretro): la prima è attribuita all’azione del personale delle strutture residenziali anzidette o, negli altri casi, a personale comunale, mentre la seconda all’incaricato del trasporto. Dal momento che tre le strutture richiamate con il rinvio all’art. 3, comma 1 vi sono anche le abitazioni (nonché, implicitamente, gli ospedali), l’aspetto dell’identificazione dell’identità del defunto potrebbe comportare fattori critici in relazione all’intervento del personale comunale presso le abitazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.