Archivi giornalieri: 06/12/2017

Provincia di Trento finanzia realizzazione del crematorio di Trento perché a servizio dell’intero territorio

Pubblicato da

Per la realizzazione del «tempio crematorio» nel cimitero monumentale di Trento la Giunta provinciale di Trento ha deciso di finanziare il Comune.
Il finanziamento concesso supera di poco 5.281.000 euro, pari al cento per cento della spesa ammessa.
Tra le motivazioni della deliberazione c’è la considerazione che l’impianto è destinato ad avere una rilevanza provinciale ed è pensato per offrire a tutti i residenti della provincia la possibilità di accedere al servizio di cremazione alle migliori condizioni ed alla minor tariffa possibile.
Il finanziamento attinge alle risorse del Fondo per lo sviluppo locale, mediante il quale la Provincia concorre al finanziamento di opere e interventi che hanno caratteristiche economiche e sociali di rilevanza provinciale.

Il Comune di Trento ha approvato il progetto definitivo nell’importo complessivo di 5.500.000 euro. L’amministrazione comunale inoltre ha già provveduto ad affidare i lavori relativi all’intervento, a seguito dell’esperimento della procedura di appalto integrato.

Nel caso in cui l’impianto potesse essere utilizzato anche da utenti extra provinciali e che a tali utenti fossero applicate tariffe di valore superiore rispetto alla tariffa massima applicata ai residenti in Trentino, il sovra gettito dovrà essere portato ad abbattimento della tariffa massima applicata ai residenti in provincia di Trento.

Denunciati 4 operai per violazione di sepolcro

Pubblicato da

Sarebbero stati quattro dipendenti della ditta incaricata della manutenzione del cimitero di Città Giardino, una frazione di Melilli (Siracusa) gli autori della grigliata organizzata il 28 novembre scorso tra i loculi la cui foto ha fatto il giro del Web.

I quattro operai, rispettivamente di 53, 48, 27 e 61 anni, sono stati denunciati dai carabinieri di Priolo Gargallo per violazione di sepolcro.
I militari dell’Arma hanno accertato che avrebbero allestito il barbecue durante la pausa pranzo, in una fascia oraria in cui è non era presente nessun dipendente comunale all’interno della struttura poiché la responsabile si era allontanata per la pausa pranzo mentre il custode era in malattia.
Onestamente tanta solerzia delle forze dell’ordine appare sprecata, visto che di sepolcri violati pare proprio che non ce ne siano.