HomeAttivitafunebreLavori cimiteriali ed Imprese Funebri

Commenti

Lavori cimiteriali ed Imprese Funebri — 3 commenti

  1. X Alessandro,

    L’eventuale diniego di accesso agli atti verso la relativa istanza deve comunque esser MOTIVATO ex L. n.241/1990. Se il procedimento non è regolato diversamente a livello locale, con apposito regolamento comunale, riguardo la tempistica, il dies ad quem ordinario è di 30 giorni.

    Il ricorso contro eventuale rigetto verso la domanda di accesso agli atti, ai sensi dell’art. 25 della L. n. 241/90 deve essere proposto al T.A.R. territorialmente competente nel termine di trenta giorni dalla conoscenza del diniego o dalla formazione del silenzio rigetto (trenta giorni dall’istanza).

    Il termine di trenta giorni viene considerato dal Consiglio di Stato di natura decadenziale. L’istanza d’accesso può essere promossa anche nel contesto di un giudizio già iniziato con istanza al Presidente del Collegio. Anche se la questione è dibattuta, la mancata notificazione del ricorso o dell’istanza al Presidente del Collegio ad almeno uno dei controinteressati potrebbe determinare l’inammissibilità dell’iniziativa giudiziale.

    • buonasera, il segretario comunale a forza di chiedere spiegazioni mi ha detto che non mi poteva dare una copia dei documenti perché non avevo inserito un motivo per il quale ho fatto la richiesta.
      in conclusione mi ha detto di scrivere sulla richiesta di accesso agli atti il seguente motivo: perché voglio denunciare il comune. Quindi posso avere una copia della documentazione. (chiedendo al vice sindaco mi ha detto che per accedere agli atti devo motivare la richiesta, anche con una scusa qualunque, generica. tipo per curiosità; il che mi sembra alquanto assurdo.)

  2. Buongiorno, vorrei fare una domanda che non è molto pertinente con i lavori cimiteriali.
    nel mio comune si è tenuto il bando per l’affido di 2 chioschi per la vendita di fiori.
    al bando hanno partecipato 3 ditte.
    la 3° ditta ha fatto ricorso in quanto non riteneva giusto il punteggio che aveva ricevuto e che era stato dato alla ditta che è arrivata prima.
    il ricorso lo ha perso e non ha fatto più storie.
    io come 2° ditta arrivata in graduatoria ho realizzato la struttura come prevedeva il bando, a distanza di 3 anni dal bando ho richiesto i documenti con delle motivazioni per la quale la ditta che è arrivata prima in graduatoria non ha completato i lavori e non ha messo a morma il chiosco.
    il comune mi ha risposto dicendo che non posso avere questi documenti in quanto già cè stato un ricorso al TAR ed è stato respinto.
    la mia domanda è questa: il ricorso al TAR cè stato tra la 1° e la 3° ditta. io che non centro niente in tutto questo mi possono impedire l’accesso agli atti?
    poi vorrei sapere se qualcuno lo sa in quanto tempo il comune è tenuto a rispondere ad un protocollo dalla data di richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.